Ripartenza in sicurezza

Riapertura asili nido comunali,presenti anche assessore Sobacchi e sindaco Casanova

I genitori si sono dimostrati collaborativi e attenti al rispetto delle norme anticontagio.

Riapertura asili nido comunali,presenti anche assessore Sobacchi e sindaco Casanova
Lodi, 09 Settembre 2020 ore 09:58

Riapertura asili nido: il Sindaco e l’assessore alle Politiche sociali Sobacchi visitano l’asilo nido “Carillon”.
Gli asili nido comunali sono tornati ad accogliere da lunedì 7 settembre 2020 i bambini già iscritti al servizio nel periodo precedente all’interruzione dell’attività a causa dell’emergenza sanitaria.

Asili riaperti e la visita del sindaco

Il Sindaco Sara Casanova e l’assessore alle Politiche sociali Mariagrazia Sobacchi hanno effettuato un sopralluogo presso l’asilo nido “Carillon” di strada vecchia Cremonese confrontandosi con le educatrici presenti.

“Accanto alla consapevolezza delle difficoltà che la ripartenza può comportare, c’è la volontà forte da parte del Comune e del personale educativo di adoperarsi costantemente per la prevenzione e per garantire il rispetto delle norme igienico sanitarie, garantendo così ai bambini la continuità della frequenza di cui hanno bisogno dopo i mesi di sospensione delle attività. – dichiara il Sindaco Sara Casanova -. I genitori si sono dimostrati collaborativi e attenti al rispetto delle norme anticontagio e i primi due giorni sono trascorsi in tranquillità sia all’asilo nido Carillon, interamente gestito da personale comunale, sia al Carillon, gestito da personale della cooperativa Aldia-Accento”.

La nuova organizzazione nell’era del Covid

Aderendo alle linee guida nazionali per la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e dell’infanzia, il Comune di Lodi ha previsto la suddivisione dei bambini in gruppi omogenei per età e la riorganizzazione degli spazi che avranno un uso polifunzionale, pur sempre nel rispetto del principio della separazioni tra gruppi diversi.
L’ingresso e l’uscita sono previsti rispettivamente dalle 7.30 alle 9 del mattino e dalle 15.30 alle 16.30 del pomeriggio, mentre sono ancora in corso, anche sulla base delle esigenze espresse dalle famiglie, le valutazioni sull’opportunità o meno di mantenere il tempo prolungato, dalle 16.30 alle 18.
Il rapporto numerico tra personale e iscritti resta invariato rispetto allo scorso anno, con un educatore ogni cinque bambini sotto l’anno di età e un educatore ogni sette iscritti sopra l’anno di età.
I nuovi inserimenti sono stati calendarizzati a partire da lunedì 14 febbraio, per i bambini che avrebbero dovuto iniziare a frequentare il nido a febbraio 2020, e da lunedì 21 settembre per i nuovi iscritti e proseguiranno fino a circa metà ottobre.
La capienza massima prevista per il mese di settembre rimane la medesima dello stesso periodo del 2019: 45 bambini complessivamente accolti al Carillon e 63 al Girotondo.

Importante l’esperienza estiva per affrontare questo momento

“L’esperienza maturata in estate con l’apertura dei centri estivi per i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie è stata un primo importante passo verso la ripresa e ha contribuito a renderci più consapevoli in vista della sfida di settembre – conclude Sobacchi -. Il nostro obbiettivo è tutelare il benessere dei più piccoli dando loro l’opportunità di riprendere o intraprendere per la prima volta il percorso educativo e di socializzazione assieme ai coetanei. Dopo la partenza dei bambini già iscritti al servizio, ci stiamo concentrando sui nuovi inserimenti, portando avanti il confronto con le famiglie per individuare le soluzioni più idonee a venire incontro ai bisogni che ci vengono rappresentati”.

La mancata sfiducia a Fontana e l’ira dei democratici per la scelta di Baffi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia