Cuoche mense scolastiche Lodi: dopo scioperi e malumori arriva la bozza di accordo

Vertenza tra Serenissima Ristorazione S.p.a. e dipendenti delle mense scolastiche: si profila un’ipotesi di accordo con le organizzazioni sindacali.

Cuoche mense scolastiche Lodi: dopo scioperi e malumori arriva la bozza di accordo
Lodi, 05 Marzo 2019 ore 16:45

Cuoche mense scolastiche Lodi: si è giunti ad un accordo dopo mesi di scioperi e trattative?

Cuoche mense Lodi

“Dopo mesi di trattative, apprendiamo con soddisfazione che la società Serenissima ha proposto alle organizzazioni sindacali una bozza di accordo che accoglie integralmente tutte le richieste contrattuali avanzate dai dipendenti delle mense scolastiche di Lodi. L’esito positivo della contrattazione è frutto della costante opera di mediazione dell’Amministrazione comunale che si è battuta per tutelare i lavoratori, pur nel rispetto di quanto previsto dalle condizioni del Contratto collettivo nazionale di settore e delle esigenze espresse dall’azienda”

a dichiararlo è l’assessore all’Istruzione, Giuseppina Molinari, dopo che Serenissima Ristorazione S.p.a., incaricata del servizio di ristorazione scolastica dall’1 settembre 2018, ha reso noti i termini della proposta presentata il 19 febbraio scorso alle organizzazioni sindacali. All’incontro, oltre ai rappresentanti della ditta, erano presenti i referenti di Filcams Cgil Lodi, di Uiltucs Milano e le rappresentanze sindacali aziendali.

“In sintesi la società Serenissima si impegna a concedere ferie e permessi nei periodi di sospensione scolastica (vacanze di Natale e Pasqua), fino ad esaurimento degli stessi, con maturazione dei relativi ratei di retribuzione indiretta.”

Superminimo

“Serenissima riconoscerà inoltre il “terzo elemento” della Provincia di Lodi, previsto dal Contratto collettivo nazionale di settore, e un superminimo individuale del valore di 57 euro per il tempo pieno (la quota sarà riproporzionata per il part time), nonostante l’integrativo provinciale non risulti vigente.

Le nuove modalità contrattuali, garantendo gli stessi livelli retributivi precedenti al cambio appalto, scioglierebbero tutti i nodi della vertenza – prosegue Molinari -. Il lavoro dell’Amministrazione è stato lungo e impegnativo. Il confronto con le sigle sindacali e con Serenissima è proseguito costantemente per arrivare a una transazione che potesse soddisfare le parti. L’organizzazione sindacale Usb ha già espresso piena condivisione dell’ipotesi di accordo, mentre i sindacati territoriali, pur avendo partecipato all’elaborazione della stessa e avendone concordato i contenuti, si sono riservati di ottenere l’assenso politico delle rispettive segreterie nazionali. Essendo state esaudite tutte le richieste avanzate dai sindacati e tenuto conto che Serenissima sarebbe disponibile a far decorrere le nuove condizioni dall’1/03, ci auguriamo che una risposta positiva arrivi nel minor tempo possibile – ricordo che sono già passati 15 giorni dalla proposta dell’azienda – e che la chiusura della trattativa non venga ritardata per motivazioni che poco avrebbero a che fare con gli interessi dei dipendenti”.

Conclude il comunicato ufficiale del Broletto.

LEGGI ANCHE: Caso cuoche: la proposta del Pd Lodi

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia