Associazione per delinquere e truffa

Vendevano auto con il contachilometri manipolato: 7 persone indagate

Le indagini hanno rivelato che in alcuni casi la differenza tra la percorrenza reale e quella dichiarata superava i 200.000 chilometri

Vendevano auto con il contachilometri manipolato: 7 persone indagate
Pubblicato:

Nelle prime ore del mattino di oggi, martedì 2 aprile 2024, i Carabinieri della Compagnia di Codogno, affiancati dai colleghi delle Compagnie di Salò e Desenzano del Garda, hanno eseguito un blitz che ha portato all'arresto di sette individui e al sequestro di numerosi veicoli. L'azione è scaturita da un'ordinanza emessa dal GIP di Brescia su richiesta della Procura locale, nell'ambito di un'inchiesta riguardante presunte attività criminali legate alla vendita di auto truccate.

Associazione per delinquere

Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai militari della Stazione Carabinieri di Guardamiglio in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Codogno, i sospettati sarebbero coinvolti in un'associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe. In particolare, gli indagati avrebbero operato dal gennaio 2021 al maggio 2022, mettendo in atto un ingegnoso schema di frode (23 truffe accertate) consistente nella vendita di autoveicoli manipolati.

Contachilometri manipolati

L'inganno consisteva nell'alterare il contachilometri delle vetture in vendita, riducendo in modo significativo la reale percorrenza del veicolo. Questa manipolazione, che veniva nascosta agli acquirenti, rendeva gli annunci di vendita estremamente allettanti, con la promessa di auto praticamente nuove a prezzi scontati. Tuttavia, dietro a queste offerte vantaggiose si nascondevano veicoli che avevano effettivamente percorso molto più chilometri di quelli dichiarati.

Le indagini hanno rivelato che in alcuni casi la differenza tra la percorrenza reale e quella dichiarata superava i 200.000 chilometri, raggiungendo addirittura il triplo della misurazione originale. Questa truffa non solo danneggiava gli acquirenti, ingannati sul reale stato dell'auto acquistata, ma comprometteva anche la sicurezza stradale.

Associazione per delinquere e truffa

Ora, i sette individui coinvolti dovranno rispondere delle accuse di associazione per delinquere e truffa. Tuttavia, è importante sottolineare che la loro colpevolezza sarà stabilita solo al termine del processo e con una sentenza penale definitiva.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali