L'appello

“Presidente Conte, il Lodigiano non può permettersi un nuovo lockdown”

Le parole del primo cittadino di Casalpusterlengo dopo il decreto firmato questa notte.

“Presidente Conte, il Lodigiano non può permettersi un nuovo lockdown”
Lodi, 04 Novembre 2020 ore 09:29

Il sindaco di Casale, unitamente a quello di Codogno, nei giorni scorsi aveva firmato una lettera indirizzata al presidente Conte in cui veniva chiesto di ripensare alle misure assunte dal Governo in merito alla pandemia in atto, per non mettere nuovamente in ginocchio i commercianti e tutti i lavoratori del territorio, specialmente quelli dei piccoli centri urbani quali i paesi lodigiani. Quelle stesse misure che, visto i numeri del virus in continua crescita (solo ieri in Provincia di Lodi si sono contati + 58 positivi, +6.804 in tutta la Lombardia), sono state confermate e rafforzate dal Presidente Conte con il nuovo decreto firmato questa notte e in vigore da domani 5 novembre fino al 3 dicembre 2020.

La riflessione del sindaco di Casalpusterlengo

Sul proprio profilo Facebook nella mattinata di oggi, 4 novembre 2020, Elia Delmiglio sindaco di Casalpusterlengo commenta le misure assunte dall’ultimo DPCM Novembre firmato questa notte dal presidente Conte, ri-affermando le difficoltà del territorio lodigiano, già fortemente provato dalla chiusura (anticipata per i lodigiani rispetto al resto d’Italia) causata della “prima ondata” della pandemia, e chiedendo un intervento meno drastico.

NUOVO DPCM: una breve riflessione
Nella notte è stato firmato il nuovo DPCM, che entrerà in vigore da domani.
Il nuovo DPCM non tiene conto dei piccoli territori. Noi Casalini e Lodigiani stiamo provando a ripartire con coraggio, tenacia e tanta fatica dopo la prima zona rossa d’Italia e il successivo lockdown nazionale. La situazione epidemiologica è sicuramente grave ma non allarmistica nel nostro territorio, nemmeno minimamente paragonabile a quanto vissuto a febbraio, marzo e aprile.
Il 92% delle persone positive si trova a casa e viene curato al domicilio senza particolari problemi. Alcune persone, poche per fortuna, si trovano in ospedale e auguriamo loro di uscirne presto e bene.
Certo dobbiamo evitare di ricadere in quel tunnel buio, ma possiamo farlo rispettando le regole e intensificando se serve i controlli, andando a sanzionare chi fa il furbo. Ma in tanti hanno investito per potersi regolarizzare.
Restiamo in attesa del testo definitivo, anche se l’orizzonte ci preoccupa moltissimo.
Presidente Conte, il Lodigiano non può permettersi un nuovo Lock down.

 LEGGI ANCHE:

Nuovo Dpcm novembre firmato: coprifuoco dalle 22 alle 5, zone rosse e arancioni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pd Lodigiano su Passerini: “Attivissimo contro il Governo, immobile sui problemi del territorio”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia