BUONE NOTIZIE

Il "paziente 1" può finalmente tornare a casa e veder nascere la sua bambina

Dopo settimane di angoscia e di fiato sospeso sembra che l'incubo sia finito.

Il "paziente 1" può finalmente tornare a casa e veder nascere la sua bambina
Cronaca Basso Lodigiano, 20 Marzo 2020 ore 16:16

Mancano ancora pochi giorni, all'inizio della prossima settimana a detta dei medici Mattia M. il "paziente 1" 38enne di Castiglione d'Adda, potrà finalmente tornare a casa da sua moglie e veder nascere la sua bambina.

Il peggio è passato

Sono passati 28 giorni dal 22 febbraio 2020, il giorno in cui Mattia è entrato in condizioni critiche all'ospedale di Codogno, venendo riconosciuto come primo caso di Coronavirus in Lombardia. Dopo settimane difficili, attaccato ad un respiratore nel reparto di terapia intensiva del San Matteo di Pavia, dove era stato trasferito, Mattia è stato "stubato" 9 giorni fa e tra poco potrà finalmente tornare a casa in sicurezza.

Nelle ultime quattro settimane la moglie di Mattia, inizialmente risultata positiva al virus ma senza alcun sintomo, ha atteso le 18 di ogni giorno per avere aggiornamenti sul marito direttamente dal primario di malattie infettive del policlinico di Pavia, Raffaele Bruno. Ma ieri, giovedì 19 febbraio, marito e moglie si sono finalmente rivisti in ospedale, anche se dietro un vetro di sicurezza.

Verrà dimesso a inizio settimana

Se tutto andrà come previsto e sperato, Mattia potrà lasciare l'ospedale tra lunedì e martedì prossimo, in tempo per poter veder nascere la sua bambina, che verrà alla luce tra poche settimane. Dopo giorni di angoscia, la famiglia si potrà finalmente riunire lasciandosi alle spalle questo brutto incubo.

ECCO LA STORIA DI MATTIA, IL  "PAZIENTE 1" PASSO PER PASSO 

Coronavirus, primo caso in Lombardia nel Lodigiano: 38enne ricoverato a Codogno

Coronavirus Codogno: contagiata anche la moglie incinta del 38enne e un amico

Ecco perché il “paziente 1”, il 38enne di Codogno, sta così male nonostante sia un maratoneta

E’ tornata a casa la moglie incinta del “paziente 1”: stanno bene

Annalisa Malara, ecco chi è l’anestesista che ha scoperto il “paziente 1”

Mattia respira da solo: il “paziente 1” è finalmente uscito dalla terapia intensiva

“Sono a Lodi?”: le prime parole del “paziente 1” dopo il risveglio

 

TORNA ALLA HOME