Roberto Calderoli a pranzo dall’oste di Casaletto Lodigiano

Mario Cattaneo, che nel marzo dello scorso anno uccise con un colpo di fucile alla schiena uno dei ladri introdottisi nel suo locale per rubare, domenica 8 aprile ha ricevuto la visita del vicepresidente del Senato.

Roberto Calderoli a pranzo dall’oste di Casaletto Lodigiano
Lodi, 09 Aprile 2018 ore 12:26

Roberto Calderoli a sostegno di Mario Cattaneo, il ristoratore dell’Osteria dei Amis di Gugnano, condannato per eccesso di legittima difesa dopo aver ucciso un ladro introdottosi nel suo locale, nella notte tra il 9 e il 10 marzo 2017.

Roberto Calderoli da Mario Cattaneo

L’oste di Casaletto Lodigiano, Mario Cattaneo, riceve la solidarietà del vice presidente del Senato Roberto Calderoli che domenica, è andato a pranzare presso la sua osteria sita in località Gugnano. Il proprietario dell’Osteria dei Amis, nella notte tra il 9 e il 10 marzo 2017 uccise con un colpo di fucile alla schiena, uno dei ladri introdottisi nel suo locale per rubare.

Il messaggio su Facebook

Roberto Calderoli aveva annunciato già la sua visita a Mario Cattaneo in un post apparso sulla sua pagina Facebook il 4 aprile:

“DOMENICA ANDIAMO TUTTI A MANGIARE NELL’OSTERIA DI MARIO CATTANEO. FACCIAMOGLI SENTIRE CHE SIAMO TUTTI CON LUI. CHI VIENE? Per me la politica deve sempre essere fatta in mezzo alla gente e a fianco del cittadino, soprattutto nei momenti di difficoltà. Per questo domenica sarò a pranzo dal mio amico Mario Cattaneo. Andrò a mangiare nella sua trattoria, ‘Osteria de amis’ a Gugnano in località Casaletto Lodigiano, perché voglio essergli vicino e portargli il mio sostegno. Io sto con Mario e come parlamentare ho l’impegno, e la responsabilità, di far passare nel più breve tempo possibile la proposta di legge presentata dalla Lega in Parlamento per eliminare l’eccesso di difesa, perché chi viene aggredito in casa propria deve sempre potersi difendere senza se o senza ma. Io sono dalla parte di questo onesto cittadino che verrà processato per eccesso di difesa solo per aver difeso, in casa propria, la sua vita e la sua famiglia da una banda di malviventi. Ma intanto, in attesa che passi la legge, voglio stare vicino a Mario e fargli sentire il mio sostegno, in questo momento di difficoltà, dopo che la Procura di Lodi ha chiesto per lui il rinvio a giudizio…. Spero che vinceremo la partita senza nessuna condanna e senza nessuna grazia, spero che Mario Cattaneo esca libero da questo processo. Intanto però facciamo a sentire a Mario che ci siamo, che la Lega è tutta con lui”.

La Regione Lombardia pagherà le spese legali

All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche l’assessore regionale della Lega, il lodigiano Pietro Foroni, il neosenatore Luigi Augussori, il deputato Guido Guidesi e la sindaca di Lodi, Sara Casanova. Venerdì, all’Osteria dei Amis, era arrivato anche il neoassessore alla sicurezza della Regione Lombardia Riccardo De Corato, che aveva fornito a Cattaneo tutta la documentazione da presentare per accedere al fondo regionale che coprirà le parcelle dell’avvocato fino a un massimo di 30mila euro. Pietro Foroni, come rappresentante del Lodigiano, si è dichiarato disponibile a seguire la vicenda affinché tutto l’iter vada a buon fine. Il 9 febbraio scorso, Mario Cattaneo, aveva ricevuto la visita e il supporto anche di Giorgia Meloni e Daniela Santanchè.

3 foto Sfoglia la gallery
Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia