Punto nascite Codogno: polemica tra Gallera e ministro Grillo

Secondo il ministro Grillo il problema non era ravvisabile nella carenza di personale.

Punto nascite Codogno: polemica tra Gallera e ministro Grillo
Casalpusterlengo, 01 Aprile 2019 ore 11:18

Punto nascite Codogno: Gallera risponde seccamente al ministro Grillo “Non conosce la realtà”.

Punto nascite Codogno

Soffia una polemica infuocata sulla chiusura del punto nascite di Codogno. Il parlamentare lodigiano Lorenzo Guerini aveva presentato un’interrogazione parlamentare in merito al ministero della Salute. La risposta del ministro Giulia Grillo sconfessa i problemi di personale del quale si era a lungo parlato, ponendoli come motivo principe dei motivi della chiusura. La ministra sostiene che il problema la mancanza di un Dea di primo livello.

La risposta di Gallera

L’assessore di Regione Lombardia al Welfare Giulio Gallera risponde piccato asserendo che il ministro Grillo non conosce la verità, vivendo chiusa nel proprio ufficio, troppo lontana quindi – secondo Gallera – dai problemi di reperimento di personale che si incontrano quotidianamente. Guerini, da canto suo, sottolinea che – a prescindere da quale sia la motivazione della chiusura, ormai la chiusura è irreversibile, nonostante avesse i numeri per restare attivo, essendo sopra la soglia di legge dei 500 parti annuali.

LEGGI ANCHE: Un centinaio di ecoballe vanno a fuoco, vento e siccità nel Lodigiano

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia