21enne schiacciato a Tavazzano, UGL "Strage inaccettabile"

"Necessari maggiori controlli e più formazione”

21enne schiacciato a Tavazzano, UGL "Strage inaccettabile"
Politica Lodi, 05 Febbraio 2020 ore 11:53

Morto sul lavoro a Lodi. Paolo Capone, Leader UGL: “Strage inaccettabile. Necessari maggiori controlli e più formazione”

Ieri l'incidente mortale

L'incidente in cui ha perso la vita un giovane 21enne originario del Pakistan è avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, quando il 21enne si trovava al lavoro ed è stato investito da un camion, tragicamente guidato dal padre. Per l'operaio non ci sono state speranze: i sanitari giunti sul posto non hanno potuto far nulla per lui.

Il messaggio della UGL

“L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia dell’operaio di 20 anni deceduto mentre si trovava sul posto di lavoro a Tavazzano con Villavesco, in provincia di Lodi. E’ in corso una strage inaccettabile. E’ necessario aumentare i controlli e prevedere una formazione adeguata, soprattutto nei settori dove il rischio infortuni è più elevato”. Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, a seguito dell’incidente sul lavoro in cui ha perso la vita un operaio di nazionalità indiana, rimasto schiacciato da un tir presso un'azienda di logistica a Tavazzano con Villavesco in provincia di Lodi. “L’UGL è in tour con la campagna ‘Lavorare per Vivere’ per sensibilizzare l'opinione pubblica sul triste fenomeno delle morti bianche”.

LEGGI ANCHE: Schiacciato da un camion, 21enne muore su lavoro a Lodi

TORNA ALLA HOME