A Codogno

Torneo di calcio tra sindaci e sanitari del Lodigiano: in campo anche Mattia, il “paziente 1”

Un evento organizzato per celebrare la ripartenza, dove tutto è iniziato. Invitato anche il sindaco di Vo' Euganeo.

Torneo di calcio tra sindaci e sanitari del Lodigiano: in campo anche Mattia, il “paziente 1”
Casalpusterlengo, 04 Settembre 2020 ore 12:03

All’inizio dell’incubo chiamato coronavirus le zone rosse erano soltanto 11 in tutta Italia: 10 nella Bassa, una in Veneto (a Vo’ Euganeo). Intubato, in lotta tra la vita e la morte, c’era un giovane uomo, nemmeno 40enne: Mattia Maestri. Paese simbolo dell’inizio della pandemia è stato Codogno, ed è proprio qui che avrà luogo il fischio d’inizio. Ora il Lodigiano rialza la testa e raccontano la voglia di ricominciare attraverso un torneo di calcio che vedrà sfidarsi i sanitari e i sindaci del lodigiano; coloro che hanno combattuto per primi la dura battaglia al virus.

Mattia Maestri torna in campo per il torneo di calcio

Mattia Maestri, per tutti il “paziente 1”, scenderà in campo a Codogno per giocare con la nazionale dei sindaci, sua squadra di appartenenza per l’occasione, contro una selezione di Croce rossa e Protezione civile. Lo slogan dell’evento sarà: “Ripartiamo insieme, da dove tutto è cominciato”. Mattia, negli ultimi giorni, aveva affisso un manifesto in cui veniva ritratto insieme alla sua famiglia sulla vetrina dell’erboristeria gestita dalla moglie e dalla suocera. A contornarla alcune parole di speranza:

“Quest’anno più che mai “viva l’Italia” siamo noi, noi che abbiamo avuto la forza di ripartire. Viva l’Italia siete voi, clienti e amici che ci siete stati vicini in questi mesi.. A voi va il nostro sentito grazie e… “viva Casale! Concorso Vetrine 2020”.

Per il torneo in arrivo anche il sindaco di Vo’ Euganeo

L’invito a partecipare è stato esteso anche al sindaco di Vo’ Euganeo, il comune veneto che è stato decretato zona rossa nei primi giorni di epidemia nel Paese. Il primo cittadino di Codogno, Francesco Passerini, porterà i saluti della città lasciando la parola ai colleghi che vorranno intervenire. Seguirà la celebrazione della messa in ricordo di tutti coloro che sono scomparsi a del Covid-19. Il messaggio è chiaro: Codogno e il Lodigiano vogliono andare avanti.

Coronavirus, 14mila tamponi e 228 nuovi positivi. Nel Lodigiano +8

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia