Cronaca
Mulazzano

Sparò ad un ladro: assolto il commerciante di Mulazzano

Prosicolto perché il malvivente non aveva sporto denuncia. Il reato riqualificato da tentato omicidio a lesioni colpose

Sparò ad un ladro: assolto il commerciante di Mulazzano
Cronaca 22 Luglio 2022 ore 11:10

La decisione del tribunale di Lodi nei confronti del commerciante 56enne.

Assolto il commerciante che sparò al ladro

E' stato assolto nel pomeriggio di giovedì 21 luglio 2022 il commerciante di formaggi di Mulazzano che il 7 marzo del 2020 sparò alcuni colpi di pistola dalla finestra colpendo alla schiena uno dei ladri che stavano svaligiando nella notte il suo negozio.

Il commerciante è stato assolto perché a sua volta il malvivente ferito non aveva sporto denuncia e perché l'accusa nei confronti del commerciante, che in un primo momento era di tentato omicidio, successivamente è stata riqualificata in lesioni colpose.

I colpi di pistola durante l'assalto

Era la notte del 7 marzo 2020 quando da Milano arrivò fino al negozio di formaggi di Mulazzano un commando di rom a bordo di tre veicoli rubati. La gang aveva dapprima sfondato la vetrina del negozio, che si trova sotto casa del negoziante, e poi aveva iniziato a rubare. Il trambusto aveva però svegliato il 56enne titolare del negozio, che dalla finestra aveva iniziato a gridare e, durante la fuga dei ladri, aveva sparato alcuni colpi di pistola. Uno di questi aveva ferito alla schiena uno dei ladri, un 22enne.

Ferito, il malvivente era stato scaricato dai complici di fronte all'ospedale San Carlo di Milano per le cure del caso. Il resto della gang era poi fuggito ma, nella foga del momento, uno dei malviventi in fuga aveva provocato a Milano un tremendo incidente stradale in cui aveva perso la vita un 65enne.

A seguito delle indagini, il malvivente che era finito in ospedale era stato posto in stato di fermo, mentre a luglio del 2020 era stato arrestato un altro dei componenti della gang.

Da tentato omicidio a lesioni colpose

A sua volta anche il commerciante era finito nei guai per gli spari, uno dei quali aveva ferito uno dei malviventi. Inizialmente il 56enne commerciante di Mulazzano era stato accusato di tentato omicidio, ma in un secondo momento l'accusa è stata riqualificata in lesioni colpose. La pubblica accusa aveva chiesto per il commerciante una pena di 4 anni e 8 mesi, ma il collegio penale ha appunto riqualificato il capo d'imputazione. Grazie alla riqualificazione e in virtù del fatto che il ladro ferito non aveva sporto denuncia, il 56enne è stato alla fine assolto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter