Servizi di emergenza, nuovi confini europei

Un progetto pilota consente di interconnettere le app dell’emergenza: l’italiana Where are U potrà essere utilizzata anche all’estero.

Servizi di emergenza, nuovi confini europei
Lodi, 10 Settembre 2018 ore 15:20

Servizi di emergenza: un progetto pilota permetterà di collegare le app dell’emergenza.

Servizi di emergenza

L’app Where are U, che permette di essere localizzati con precisione in caso di chiamata al Numero Unico dell’Emergenza 112, è stata inserita tra le app europee nell’ambito del progetto PEMEA. Significa che sarà connessa con le altre app dell’emergenza dei vari Paesi europei e quindi sarà possibile utilizzarla oltre i confini nazionali, senza dover scaricare app locali.

L’11 settembre il lancio

Il progetto, che rappresenta l’avvio di una nuova epoca per i servizi dell’emergenza, sarà lanciato a Madrid in una data non casuale: domani, 11 settembre 2018.
Le app europee che saranno interconnesse sono le seguenti:
Where are U, Italia; The ZachrancKa app, Repubblica Ceca; MySTUART+, Francia; 112SUOMI, Finlandia; Smart112 mobile, Monaco; 112 App, Olanda; Emergency app from the university of Lubiana, Slovenia; SOS Daiak, Basque country, Spagna; 112 region de Murcia, Spagna; My 112, Spagna; Omnitor app, Svezia; SOS Alarm, Svezia.

Cos’è "112 Where are U"?

"Where are U"è un’app per l’emergenza collegata alle Centrali Uniche di Risposta del NUE 112 della Lombardia. Permette di effettuare una chiamata di emergenza, con il contestuale invio della posizione esatta del chiamante, e richiedere l’intervento di Carabinieri, Polizia, Vigili del fuoco e Soccorso sanitario. 112 WHERE ARE U è disponibile per tutti i dispositivi mobili.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter