Nidi gratis: Lodi ammessa al contributo regionale per l’anno 2019-2020

La misura permette un grande risparmio per le famiglie con Isee inferiore ai 20mila euro. I requisiti per ottenerla.

Nidi gratis: Lodi ammessa al contributo regionale per l’anno 2019-2020
Cronaca Lodi, 24 Giugno 2019 ore 16:14

Nidi gratis: il comune di Lodi Ammesso alla misura regionale che facilita l’accesso ai servizi per la prima infanzia, consentendo l’azzeramento della retta di frequenza agli asili e ai micronidi.

Nidi gratis

Il Comune di Lodi è stato ammesso alla misura regionale “Nidi gratis 2019-2020”, che facilita l’accesso ai servizi per la prima infanzia, consentendo l’azzeramento della retta di frequenza agli asili e ai micronidi versata dalle famiglie in condizione di vulnerabilità economica e sociale.
La Giunta comunale, con deliberazione del 19 giugno 2019, ha aderito alla misura, prevista dalla Regione Lombardia lo scorso 27 maggio 2019, con deliberazione di Giunta regionale n° XI/1668, che stabiliva i requisiti e le modalità operative affinché i comuni lombardi potessero esservi inclusi.

I requisiti necessari

Le famiglie i cui figli frequentano i nidi del Comune di Lodi non dovranno quindi versare alcuna quota per la retta, se, al momento della presentazione della domanda, dimostreranno di essere in possesso dei seguenti requisiti:

– indicatore della situazione economica equivalente – ISEE ordinario 2019 inferiore o uguale a 20.000 euro;
– entrambi i genitori residenti in Regione Lombardia;
– entrambi i genitori occupati oppure un genitore occupato e uno disoccupato in possesso di DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità) o che abbia sottoscritto un PSP (Patto di Servizio Personalizzato), ai sensi del D.Lgs n. 150/2015.

“Il Comune di Lodi potrà usufruire dei finanziamenti messi a disposizione da Regione Lombardia per supportare i genitori che non possono permettersi di rimanere a casa per curare i figli e che al tempo stesso si trovano in difficoltà economica – commenta l’assessore alle Politiche sociali Mariagrazia Sobacchi – Questa misura risponde a un bisogno di conciliazione vita-lavoro e ha anche il merito di favorire la permanenza, l’inserimento o il re-inserimento delle donne nel mercato del lavoro. Siamo soddisfatti di riconfermare anche quest’anno un provvedimento che concretamente promuove le politiche sociali e familiari che intendiamo adottare sul territorio. Le iscrizioni registrate alla misura “Nidi Gratis 2018-2019” sono state 80, questo significa che oltre la metà delle famiglie con figli iscritti ai nidi comunali (quasi 140 bambini) hanno usufruito del beneficio, con un risparmio di 165.358,35 euro, per il periodo compreso tra settembre 2018 e maggio 2019, a cui si sommeranno i risparmi dei mesi di giugno e luglio che non sono ancora stati calcolati”.

Per accedere all’offerta “Nidi gratis 2019-2020”, i genitori potranno presentare domanda a partire dalla metà di settembre, tramite Sportello telematico polifunzionale del Comune di Lodi, che permetterà il collegamento al sito di Regione Lombardia, o presso l’Ufficio istruzione dove sarà a disposizione un operatore per affiancare gli utenti nella compilazione delle istanze.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità