Mario Cattaneo processo: ricostruzione carabinieri conferma sua versione

Cattaneo non ha raccontato subito quanto accaduto, ma la seconda versione resa coinciderebbe con la ricostruzione effettuata.

Mario Cattaneo processo: ricostruzione carabinieri conferma sua versione
Basso Lodigiano, 14 Febbraio 2019 ore 11:25

Mario Cattaneo: durante la terza udienza del processo, tenutasi ieri al tribunali di Lodi, i carabinieri hanno confermato quanto dichiarato da Cattaneo.

Mario Cattaneo processo

Si è tenuta nella giornata di ieri, 13 febbraio 2019, la terza udienza del processo che vede l’oste di Casaletto Lodigiano, Mario Cattaneo, accusato di eccesso colposo di legittima difesa. Il 69enne, in seguito ad un furto perpetrato nella sua osteria, ha colpito mortalmente uno dei ladri che si erano introdotti di notte nei locali, accadeva tra il 9 e il 10 marzo 2017. 

LEGGI ANCHE: Lombardia sostiene le spese processuali dell’oste lodigiano

Versione confermata

In aula i carabinieri del nucleo investigativo hanno ricostruito quello che sarebbe accaduto la notte del furto, che costò la vita al ladro romeno Petre Ungureanu di 32 anni colpito alle spalle da Cattaneo con un colpo di fucile da caccia. Stando alla procura di Lodi, l’oste non avrebbe detto subito tutta la verità sulla dinamica dei fatti. La famiglia aveva infatti contattato gli agenti parlando di un furto, senza citare lo sparo.

La versione successiva

A seguito dei numerosi indizi trovati dagli agenti sulla scena dell’omicidio, Cattaneo e suo figlio avrebbero quindi raccontato quanto accaduto realmente, soprattutto alla luce del ritrovamento del cadavere del ladro freddato, in zona cimitero. Una versione che avrebbe trovato riscontro con le analisi scientifiche effettuate successivamente e con gli indizi rinvenuti.

LEGGI ANCHE: Meningite, 4 casi nel Lodigiano

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia