solidarietà

Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi: “Un’incubatrice di sogni”

"Non si è trattato di una semplice erogazione di fondi, ma c’è stata una condivisione di intenti".

Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi: “Un’incubatrice di sogni”
Lodi, 14 Settembre 2020 ore 16:32

“Fondazione per noi è un’incubatrice di sogni!” nel parlare del suo rapporto con Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi esordisce così Francesco Chiodaroli. Originario di Lodi e direttore della Fondazione Stefano e Angela Danelli Onlus, RSD che si occupa della presa in carico all’interno delle proprie residenze di bambini e persone con disabilità. Chiodaroli è inoltre presidente della Fondazione Maria Cosway, indirizzata all’educazione ed istruzione della gioventù, nell’ambito territoriale della Lombardia, oltre che alla conservazione del patrimonio culturale ed artistico lasciato da Maria Cosway.

Numerosi progetti

“Con entrambe le realtà che rappresento, nel corso degli anni ho avviato un importante collaborazione con la Fondazione per realizzare numerose progettualità. – racconta Francesco – Ciò che più ho apprezzato è stato che per ogni progetto, non si è trattato di una semplice erogazione di fondi, ma c’è stata una condivisione di intenti ed un sostegno dell’idea anche nel suo svolgimento, in un clima di continua e costante collaborazione e supporto”.

Il fondamentale contributo di Fondazione Comunitaria della provincia di Lodi

Negli ultimi anni, ma soprattutto durante l’emergenza Covid il contributo di Fondazione Comunitaria della provincia di Lodi è stato fondamentale per il lavoro di Fondazione Danelli:

“Ci hanno accompagnato nella progettazione e realizzazione del Centro polifunzionale Danelli, dove svolgiamo terapie riabilitative in acqua per bambini con fragilità. Hanno supportato la creazione del nostro centro per la disabilità acquisita, anche questo supportato dalla possibilità di svolgere terapie di riabilitazione in acqua. Ed ora ci stanno aiutando con un centro specifico per il supporto ai ragazzi con autismo”.

Durante l’emergenza sanitaria il contributo stanziato da Fondazione Comunitaria della provincia di Lodi è stato di 18.660 euro.

“La tempestività con cui Fondazione, vivendo il territorio, è riuscita ad intercettare i bisogni della comunità è stata per noi un’ancora di salvezza. – continua Francesco – Inizialmente, quando i dispositivi di protezione individuale sembravano impossibili da reperire, con la creazione di un fondo, messo a disposizione delle strutture sociosanitarie, per l’acquisto di tali dispositivi. Un’iniziativa meravigliosa che ci ha permesso di non sentirci abbandonati, in un momento in cui le istituzioni stavano concentrando la loro attenzione sulle strutture ospedaliere. Insieme a Fondazione Banca Popolare di Lodi hanno poi avviato un progetto che ci ha fornito uno strumento per poter diagnosticare se i nostri residenti, nel momento in cui presentassero sintomi influenzali, avessero contratto il Covid. Un ecografo moderno grazie al quale, con la tecnica individuata dall’ospedale di Lodi di effettuare un’ecografia ai polmoni, è stato possibile al nostro personale evidenziare la presenza di eventuali polmoniti. Un ringraziamento va alla ASST di Lodi che ha messo a disposizione gratuitamente il proprio personale medico per realizzare un corso di formazione sull’utilizzo degli ecografi”.

“L’ultima progettualità in cui Fondazione ci ha supportato è stato l’acquisto di un atomizzatore, per permetterci di sanificare le stanze delle nostre residenze. Questa strumentazione nebulizza il perossido di idrogeno, unico disinfettante che dà garanzia di compatibilità piena con la sicurezza di vita. Perciò, dopo solo 20 minuti dal momento in cui la stanza è satura, è possibile già accedervi nuovamente avendo la tranquillità di aver abbattuto la carica virale presente nell’aria. Quest’ultimo acquisto è stato possibile anche grazie alla raccolta fondi dell’associazione amici della Danelli, i cui volontari hanno raccolto i fondi necessari per permetterci di accedere al contributo di Fondazione” conclude Chiodaroli.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia