206° anniversario

Festa dell’Arma dei Carabinieri, il discorso del Ministro della Difesa Guerini

"Viva l'Arma dei Carabinieri, Viva le Forze Armate, Viva l'Italia".

Festa dell’Arma dei Carabinieri, il discorso del Ministro della Difesa Guerini
Lodi, 05 Giugno 2020 ore 14:55

Nel giorno del 206° anniversario dalla Costituzione dell’Arma dei Carabinieri in Italia, il ministro della Difesa, il lodigiano Lorenzo Guerini, ha espresso il proprio ringraziamento a tutti gli esponenti dell’Arma, sempre presenti e fondamentali, specialmente alle famiglie che in questi mesi difficili hanno visto morire i propri cari a causa del Covid.

LEGGI ANCHE: L’Arma dei Carabinieri compie 206 anni: i festeggiamenti a Lodi

Il discorso di Guerini

Uomini e donne dell’Arma dei Carabinieri,
in circostanze inedite per il Paese, celebriamo oggi il 206° annuale di fondazione della Vostra gloriosa Istituzione. Giungano a tutti Voi, in Italia e all’estero, i miei più sinceri auguri, ai quali si uniscono quelli del Governo e degli italiani, grati per la straordinaria prova di competenza, l’eccezionale spirito di servizio, l’impareggiabile umanità che
state dimostrando anche in questo momento di così grande difficoltà per l’Italia e il mondo intero.

Sento, innanzitutto, il dovere di rinnovare il mio più sentito cordoglio alle famiglie dei dieci Carabinieri che sono prematuramente scomparsi a causa del contagio.
All’Arma esprimo la mia più profonda vicinanza per la perdita di questi suoi figli, eroi silenti che si aggiungono ai 1385 servitori dello Stato caduti nell’adempimento del dovere fin dalla nascita della nostra Repubblica.
Tutti costituiscono un esempio luminoso di abnegazione e spirito di sacrificio, da ricordare, raccontare, tramandare ai nostri figli che vivono il presente e costruiranno il futuro del Paese.
Nel corso dei due secoli di vita avete costantemente intrecciato la vostra storia con quella del Paese, in un percorso virtuoso di gloriose tradizioni, assoluto impegno e costante rinnovamento, sempre al servizio delle Istituzioni e cogliendo con straordinaria lungimiranza e attenzione i bisogni dei cittadini.

In un periodo in cui l’emergenza nazionale ha acuito le difficoltà e imposto l’isolamento della popolazione, spesso siete andati ben oltre i vostri compiti e i vostri doveri istituzionali, con atti di vicinanza e solidarietà, per aiutare coloro che hanno avvertito maggiormente questo disagio, a sostegno delle fasce sociali più deboli.
Ancora una volta è emersa la Vostra innata capacità di essere, con garbo e discrezione, sempre vicini ai cittadini, che sanno di poter trovare in ciascuno di Voi un riferimento sicuro, una mano tesa nelle difficoltà. Siate fieri ed orgogliosi di questo rapporto privilegiato con gli italiani, che l’Arma ha costruito in più di due secoli di vita e che Voi alimentate quotidianamente garantendo sicurezza, legalità, ordine.
Ne sono dimostrazione le numerose operazioni condotte con successo contro importanti organizzazioni e consorterie mafiose nei giorni scorsi, a riprova che nella lotta alla criminalità l’Arma si conferma baluardo quotidiano di legalità in tutte le realtà del nostro Paese. Un impegno capillare e omogeneo sul territorio, reso possibile grazie alle 5.500 Stazioni Carabinieri, ai Battaglioni e ai Reparti speciali, sempre pronti a garantire una risposta pronta, flessibile ed efficace nell’ambito del sistema di
Difesa nazionale ed internazionale.
A tutti Voi desidero rinnovare il mio più sentito ringraziamento e la vicinanza di tutti gli italiani.

Grazie perché tutti i giorni rischiate la vostra vita per difendere la nostra.
Grazie di credere con passione, coraggio e onestà in quello che fate.
Grazie perché rappresentate un solido modello per tanti giovani.
Viva l’Arma dei Carabinieri.
Viva le Forze Armate.
Viva l’Italia

(Immagine di copertina tratta dal profilo Tweetter del Ministro)

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia