Apologia nazista: 63enne gira per strada con maglietta di Hitler

Fermato dalla Digos, fra lo sdegno dei cittadini, è stato obbligato a indossare la maglietta al contrario.

Apologia nazista: 63enne gira per strada con maglietta di Hitler
Lodi, 06 Settembre 2018 ore 15:33

Apologia nazista: un 63enne fermato dalla Digos mentre girava per Lodi con una maglietta dedicata al Fhurer.

Apologia nazista

T-shirt con il mezzo busto di Hitler in bella vista. Un 63enne lodigiano è stato fermato dalla Digos in centro a Lodi due giorni fa intorno alle dieci del mattino mentre camminava per piazza della Vittoria e corso Roma.

Lavata di capo

Soltanto una lavata di capo da parte delle forze dell'ordine, se fosse stata approvato la Legge Fiano l'uomo sarebbe invece incappato in guai seri e avrebbe dovuto rispondere di apologia del nazismo. Gli sguardi di sdegno dei passanti non sono mancati che sono rimasti turbati da quelle scritte che celebravano il dittatore. Alcuni dei cittadini presenti non hanno trattenuto lo sdegno, verbalmente espresso.

"Sono un fan"

Il 63enne per levarsi dall'impiccio ha liquidato il gesto chiaramente provocatorio asserendo di essere semplicemente un fan della Germania e della sua storia politica. Gli agenti lo hanno costretto a indossare al contrario la maglietta per nascondere l’immagine di Hitler e lo hanno rispedito a casa. La questura di Lodi sta valutando inoltre se vi siano gli estremi per una denuncia, ma la situazione è complicata. La legge vigente introdotta dal ministro Scelba nel ’52 e modificata da Nicola Mancino nel ’93, infatti, punisce infatti solo l’esposizione di simboli fascisti in pubbliche adunate o comizi.

LEGGI ANCHE: "Tensione tra Caserini e i militanti lodigiani della Lega"