Candida al glande, riconoscerla per curarla con successo

Si manifesta attraverso la balanopostite, malattia fastidiosa e dolorosa

Candida al glande, riconoscerla per curarla con successo
Lodi, 04 Novembre 2020 ore 08:08

La candida può colpire il glande? La risposta a questa domanda purtroppo è affermativa. La candida, infatti, può manifestarsi a livello del glande dando luogo alla fastidiosa balanopostite.

Candida al glande: cos’è la balanopostite

Tra le malattie a cui può dare luogo il fungo della candida a livello del pene c’è la balanopostite. Questa patologia provoca l’infiammazione del prepuzio e del glande, il primo è la piega di pelle mobile che copre il glande, il secondo è la punta arrotondata del pene. I sintomi della balanopostite sono vari: si spazia dal dolore, indolenzimento e irritazione, per arrivare alla pelle scolorita e lucida, fino alla pelle secca. Questa condizione può inoltre provocare prurito e bruciore, mentre la pelle può presentarsi spessa e coriacea. Dalla balanopostite possono dipendere inoltre cattivo odore, scarico insolito, erosione o lesioni cutanee e restringimento del prepuzio.

Le cause

Le cause di questa malattia possono essere numerose. Infezione del pene da lieviti, clamidi, infezioni fungine, gonorrea, herpes simplex, papillomavirus umano, sifilide primaria o secondaria, tricomoniasi e ulcera molle, tra le altre. Tra le infezioni fungine, naturalmente rientra la candida, batterio appartenente al genere dei leviti, che può colonizzare il corpo umano in diverse sue regioni, tra cui, appunto, quella genitale.

Trattamento della malattia

E’ fondamentale risalire alle cause della balanopostite per poterla curare correttamente. Nel caso di infezioni fungine come quelle da candida, il trattamento con creme antimicotiche è quello che dà i risultati migliori. Qualora la malattia si provocata da altre cause, un’altra via potrebbe essere quella dell’applicazione di creme antibiotiche. Solitamente, una volta rimossa la causa della malattia  quest’ultima si risolve scomparendo definitivamente.

Candida al glande, a chi rivolgersi

Per una diagnosi corretta è sempre bene rivolgersi a medici specialisti in grado di prescrivere adeguate analisi atte al riconoscimento della problematica. Saranno gli stessi medici, una volta identificata con certezza la causa scatenante della balanopostite, a impostare il percorso terapeutico più corretto per il paziente.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia