Fanfulla Calcio: Radaelli nuovo guerriero bianconero

A pochi giorni dall’inizio della preparazione estiva, il Fanfulla piazza in attacco un nuovo colpo.

Fanfulla Calcio: Radaelli nuovo guerriero bianconero
Lodi, 28 Luglio 2018 ore 08:36

Fanfulla Calcio: Radaelli nuovo guerriero bianconero a pochi giorni dall’inizio della preparazione estiva.

Fanfulla Calcio

Un assist-man per il Guerriero. A pochi giorni dall’inizio della preparazione estiva, il Fanfulla piazza in attacco un nuovo colpo. Dall’Inter arriva infatti il giovane classe 2000 Brando Radaelli. Esterno offensivo veloce, dotato di un gran dribbling, Radaelli nell’ultima stagione ha militato nella Berretti del Monza con cui ha effettuato anche alcuni allenamenti nella prima squadra insieme ad un altro nuovo arrivo del Fanfulla, Matteo Barzotti.

Cresciuto nel Cimiano, il nuovo esterno bianconero ha militato anche nell’Ausonia e poi nell’Enotria, con cui ha vinto il titolo lombardo, prima di passare all’Inter che lo ha girato in prestito al Monza. Oltre ad esperienze a livello di club il nuovo Guerriero ha effettuato diversi stage con le nazionali giovanili, tra cui anche uno a Coverciano, venendo bloccato però sfortunatamente da un infortunio.

Le prime dichiarazioni

“Arrivo ora in una piazza importante, una società storica, tra le più antiche del nostro calcio, di cui mi hanno parlato molto bene e non può che essere per me motivo di grande orgoglio essere qui – commenta Radaelli, che compirà il suo diciottesimo compleanno il prossimo 29 ottobre -. Per me è un anno importantissimo, il primo in una prima squadra ed in Serie D. Voglio fare bene sia per me stesso sia per la squadra. Sono un giocatore intelligente, divertente e molto abile nello stretto”.

Oltre a Barzotti, Radaelli arriva a Lodi consapevole che dovrà giocarsi il posto in attacco con un altro giocatore che conosce molto bene come Nicolas Galazzi. “Ci siamo conosciuti due anni fa e poi abbiamo fatto insieme il ritiro con l’Inter” conclude il giovane esterno entrato nelle mire del direttore sportivo Vito Cera già da diverso tempo. “Lo vidi in una finale quando giocava ancora nell’Enotria – ricorda proprio Cera -. Parliamo di un giovane importante e speriamo che dimostri il suo valore in campo, punto molto su di lui. Fino ad ora ho realizzato tutto ciò che avevo detto. Sono particolarmente contento dell’arrivo di Radaelli perché su di lui c’erano anche altre squadre di categoria, ma lui ha accettato la nostra proposta. Mercato chiuso? Si, ma mai dire mai nel calcio”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia