Lodi

Istituto “Cazzulani”: in arrivo un finanziamento regionale da 93.000 euro

Verrà effettuata la rimozione, lo smaltimento e la sostituzione della pavimentazione del terzo piano dell’istituto.

Istituto “Cazzulani”: in arrivo un finanziamento regionale da 93.000 euro
Scuola Lodi, 08 Aprile 2021 ore 06:44

Ammonta a 92.998 euro il finanziamento regionale ottenuto dal Comune di Lodi per la rimozione, lo smaltimento e la sostituzione della pavimentazione del terzo piano dell’istituto “Cazzulani” che ospita la sede staccata dell’istituto superiore “Einaudi”, ultima porzione di fabbricato dove è stata accertata la presenza di fibre di amianto nel collante per le piastrelle del pavimento.

Istituto “Cazzulani”: in arrivo un finanziamento regionale da 93.000 euro

Lo stanziamento è stato stabilito con decreto n.4016/2021, della Direzione regionale Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione di Regione Lombardia che ha sovvenzionato una serie di interventi candidati a un bando regionale per agevolare la bonifica dall’amianto e il ripristino degli edifici scolastici.

“Il percorso di collaborazione che sta coinvolgendo Provincia e Comune per individuare la soluzione più idonea agli istituti ospitati all’interno del Cazzulani e rispondere in modo adeguato alle mutate esigenze di spazi, è stato promosso con la volontà condivisa da entrambi gli enti di mettere mano agli immobili scolastici, rendendoli più sicuri per gli studenti. - dichiara il Sindaco Sara Casanova - Avevamo già completato i lavori di bonifica dei piani inferiori. La Provincia si è fatta carico di richiedere l’analisi dei campioni di pavimentazione per verificare l’eventuale presenza di fibrocemento e, come già avvenuto per i piani occupati dalla scuola media, anche per quello dell’Einaudi è stata accertata la presenza di fibre di amianto nel collante. Il bando di Regione ci ha offerto un’opportunità imperdibile per sanare questa situazione. Il nostro progetto è stato selezionato tra quelli ammissibili al finanziamento che coprirà interamente il costo stimato per i lavori”.

Gli interventi

L’intervento per la bonifica del terzo piano si aggiunge a quello già previsto per il miglioramento sismico e l’adeguamento alle norme antincendio che verrà eseguito nelle pause estive dell’anno in corso e del prossimo, per un importo di 1.550.000 euro di cui 1.200.000 euro di finanziamento ministeriale, dando un contributo decisivo all’adeguamento di questo immobile storico di inizio ‘900 che accoglie quotidianamente centinaia di studenti.

“Un altro prezioso tassello completa il già ricco quadro di interventi che l’Amministrazione comunale è riuscita a finanziare grazie alla partecipazione a bandi - conclude il Sindaco -. Negli ultimi quattro anni la Giunta ha lavorato assiduamente alle progettazioni di opere pubbliche insieme agli uffici comunali, riuscendo a reperire risorse pari a tre milioni di euro. Per i soli lavori di manutenzione, adeguamento e messa in sicurezza degli istituti scolastici i fondi ammontano a quasi 2 milioni 300mila euro. Un risultato che evidenzia chiaramente la dimensione dell’impegno messo in campo nella cura delle scuole per rendere più sicuri e vivibili gli ambienti dove bambini e ragazzi studiano ogni giorno. L’attenzione rimane puntata su questo obiettivo che da subito ha rappresentato una delle priorità del nostro mandato”.