lodi

Tagliaferri (Pd): “Abbiamo “fame” di spazi, perché non usare parte dell’ex Fanciullezza?”

"Abbiamo depositato un'interrogazione per capire se per quell'edificio esiste almeno qualche progetto".

Tagliaferri (Pd): “Abbiamo “fame” di spazi, perché non usare parte dell’ex Fanciullezza?”
Lodi, 16 Giugno 2020 ore 17:06

Questa emergenza, tra le molte cose che ha portato con sé, ci ha caricati anche di un bisogno di cui non ci eravamo mai accorti: il bisogno di spazi. Il distanziamento sociale, specialmente in ambiti educativi, ci impone la ricerca di strutture e spazi adeguati. E’ partendo da questo che la consigliera democratica di Lodi Laura Tagliaferri ha, insieme al Pd, voluto aprire nuove strade per cercare spazi pubblici da utilizzare, come quello dell’ex Fanciullezza.

La nota di Tagliaferri

La lista delle aree e degli edifici pubblici che a Lodi avrebbero bisogno di una riqualificazione urgente è purtroppo molto lunga, ma l’emergenza Covid ha fatto emergere una drammatica “fame” di spazi che deve spingere a ripensare alcune priorità.
Ancora a lungo dovremo fare i conti con le misure di distanziamento sociale e questa esigenza diventa impellente se si pensa alle attività educative e scolastiche.
È certamente inimmaginabile pensare di riqualificare nei due mesi che ci separano da settembre aree che necessitano di investimenti corposi, ma l’emergenza dovrebbe almeno spingerci a ripensare da zero il concetto di “spazio pubblico”, valorizzando tutti quei luoghi della città che possono essere messi al servizio dei cittadini.

Come usare i preziosi spazi pubblici

Negli scorsi mesi il collega Milanesi era intervenuto sull’area ex ATM, che nei sogni di molti dovrebbe essere una sede condivisa per le associazioni; la Consulta delle Famiglie, anni fa, aveva immaginato un grande polo per genitori e bambini all’Ex Istituto Fanciullezza. Ma si tratta di spazi pubblici, spazi “dei cittadini”: in situazioni emergenziali come questa o come mille altre che ora è anche difficile immaginare (chi avrebbe pensato, mesi fa, di affrontare un’epidemia?), potrebbero essere agevolmente utilizzati per tutte le esigenze della Città.
Chi mai sarebbe contrario, se Lodi avesse spazi del genere, ad utilizzarli per accogliere le classi?
All’ex Fanciullezza, ad esempio, sono attualmente utilizzati per il nido Carillon 800 metri sui 2500 totali. Lo spazio restante è vuoto e desolato; certo, di pronto ci sono solo gli infissi, ma se si fa passare tanto tempo anche quelli ben presto cadranno nell’incuria e avranno bisogno di essere rifatti. Abbiamo quindi depositato un’interrogazione per capire se per quell’edificio esiste almeno qualche progetto, qualche idea.

La critica

Anche se temiamo di sapere la risposta, visto il silenzio di questi anni: ne sono passati quasi tre dall’elezione di questa Giunta ma, al di là dell’eterno ping pong di risorse spostate dal sottopasso alla piscina Ferrabini per non avere poi nessuna delle due opere, in materia di spazi pubblici davvero non si è vista nessuna progettualità.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia