Pd Lodigiano: “Passerini non imponga le scelte della maggioranza del momento ai Comuni”

"C’è un solo modo per Passerini e la sua maggioranza di dimostrare una sincera volontà di amministrare per il territorio e con il territorio ed è quello di riconoscere e favorire il protagonismo dei Comuni".

Pd Lodigiano: “Passerini non imponga le scelte della maggioranza del momento ai Comuni”
Lodi, 17 Febbraio 2019 ore 10:07

“Il tema di come favorire il più ampio coinvolgimento possibile delle comunità locali del Lodigiano nelle scelte che incidono sul futuro del territorio e nella gestione dei problemi e delle questioni che hanno un impatto diretto sulla vita dei cittadini non ha nulla a che vedere con la circostanza (per noi particolarmente dolorosa, ma che nessuno può comunque considerare positiva) che il centrosinistra non sia rappresentato nel Consiglio Provinciale.”

Pd Lodigiano

Il punto non è certo quello di cercare uno spazio “alternativo” di agibilità politica del Pd a livello provinciale, quasi un tentativo di rientrare dalla finestra dopo essere rimasti fuori dalla porta, spostando nei partiti un confronto che al momento non può avere luogo nelle istituzioni. Se il Presidente della Provincia e la sua maggioranza di centrodestra pensano questo stanno andando fuori strada. Ciò che il Pd auspica e che si augura venga compreso da chi ha la responsabilità di amministrare la Provincia è che l’ente recuperi e sviluppi il suo ruolo di sostegno e di punto di riferimento per i Comuni, che invece in questo primo anno di presidenza Passerini è vistosamente venuto meno.

Inceneritori, fanghi…

Vicende come quella dell’ampliamento dell’inceneritore di Vidardo, dell’utilizzo in agricoltura dei fanghi di depurazione e dell’aumento dei costi di conferimento dei rifiuti all’impianto di Montanaso (solo per citarne alcune) dimostrano quanto la Provincia si sia allontanata dalla posizione che dovrebbe invece tenere: quella che la vuole a fianco dei Comuni, sempre ed in ogni situazione.

C’è un solo modo per Passerini e la sua maggioranza di dimostrare una sincera volontà di amministrare per il territorio e con il territorio ed è quello di riconoscere e favorire il protagonismo dei Comuni, a partire da un dialogo costante con i Sindaci, aperto alla collaborazione e improntato a mettersi al servizio delle comunità locali.

Assemblea sindaci

Se c’è questa volontà, gli strumenti per attuarla non mancano, prima tra tutti l’Assemblea dei Sindaci, che deve essere intesa e gestita come un vero “parlamento” locale, da cui devono passare l’analisi dei problemi, il confronto sulle proposte e le decisioni sugli interventi e le iniziative da mettere in atto: nell’ultimo anno, purtroppo, non è stato così, e la funzione di questo importante organismo consultivo è stata profondamente mortificata, ignorando le numerose e ripetute richieste di convocazione formulate da molti sindaci per discutere temi di incalzante attualità.

Si riparta da qui, allora, se vogliamo che abbia ancora un senso pensare al Lodigiano come ad un territorio unito, in cui le soluzioni dei problemi si costruiscono partendo dalla tutela delle comunità locali.

Questa la riflessione proposta dal Pd Lodigiano.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia