Menu
Cerca
Consiglio regionale

Lombardia: dal Pd più attenzione per vaccinazioni fragili e agricoltura sostenibile

Il capogruppo dem Fabio Pizzul parla di problemi da superare e indica anche la strada.

Lombardia: dal Pd più attenzione per vaccinazioni fragili e agricoltura sostenibile
Politica 30 Aprile 2021 ore 18:29

È stata approvata in consiglio regionale, con voto bipartisan, una mozione presentata dal Gruppo del Pd per accelerare la campagna di vaccinazione delle persone disabili ed estremamente vulnerabili.

Pd, più attenzione per vaccinazioni fragili

Il documento dispone che la Giunta preveda linee vaccinali dedicate ai soggetti più fragili non in carico ai reparti ospedalieri, ai disabili gravi e ai loro conviventi e caregiver. La mozione chiede, inoltre, di potenziare i vax manager e aumentare le informazioni ai medici di medicina generale che possono richiedere direttamente l’inserimento per la prenotazione delle persone fin qui escluse.

“La vaccinazione delle persone fragili è partita con alcuni problemi che devono essere superati prima possibile – sottolinea il capogruppo Fabio Pizzul –. Ci auguriamo che si faccia davvero tutto il possibile per immunizzare in tempi rapidi i fragili e chi si occupa di loro”.

Nel frattempo, è partita la fase massiva della campagna vaccinale:

“I grandi hub, seppure non così comodi per la popolazione, paiono finalmente funzionare. Si tratta ora di convincere tutta la popolazione a vaccinarsi, perché c’è ancora troppa diffidenza su alcuni vaccini – dice il dem -Ci auguriamo che la macchina vaccinale vada al più presto a pieno regime. Perché questo accada è necessario che Regione Lombardia coinvolga i sindaci, i primi responsabili della salute dei propri cittadini. Per giungere a vaccinare anche coloro che non possono muoversi da casa, è fondamentale che si attivi la rete di assistenza territoriale che può davvero raggiungere anche i cittadini più fragili e meno attrezzati. Oltre all’impegno per i vaccini è poi necessario che si continui il tracciamento del virus per evitare che continui a circolare nei nostri territori”.

Il convegno ‘Coltiviamo il futuro

Un’agricoltura sostenibile, orientata al futuro e che vede chiaramente l’integrazione tra economia reale, territori e innovazione di prodotto. Nella prima regione agricola d’Italia, a quasi 60 anni dall’istituzione della Pac, la politica comune per il sostegno europeo al comparto, il Gruppo regionale del Pd, assieme al partito, ha organizzato il convegno ‘Coltiviamo il futuro – sosteniamo l’agricoltura lombarda’, cui hanno partecipato, tra gli altri, non solo esponenti dem, ma anche rappresentanti delle associazioni di categoria.

“La prossima Pac inciderà per i successivi 10 anni sulla vita e sui redditi degli agricoltori – commenta Fabio Pizzul, capogruppo regionale del Pd, intervenuto all’incontro –. Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza l’agricoltura e il settore agroalimentare dovranno avere un ruolo trainante ed essere al centro del dibattito pubblico e politico, mettendo in evidenza la funzione della filiera come strumento di promozione del nostro sistema Paese all’estero. Non possiamo permetterci di spendere male le risorse europee”.