Menu
Cerca

Lega contro il vicesindaco Maggi: galeotta fu la Fornero

"Ci chiediamo quindi a cosa serva oggi un dibattito con chi ha rovinato la vita a migliaia di famiglie".

Lega contro il vicesindaco Maggi: galeotta fu la Fornero
Politica Lodi, 30 Agosto 2018 ore 12:41

La Lega affonda sulla scelta del vicesindaco Lorenzo Maggi di invitare Elsa Fornero.

Le Lega contro Maggi

Il Segretario Provinciale della Lega – Claudio Bariselli – e il Segretario Cittadino della Lega – Alberto Segalini – esprimono il proprio disappunto verso la scelta del vicesindaco Maggi. “Apprendiamo che Elsa Fornero sarà a Lodi, ospite di una serata organizzata dal Presidente di Lodi Liberale Lorenzo Maggi.La notizia ci lascia perplessi, la signora che ha fatto piangere milioni di italiani per la riforma sulle pensioni riesce ad ottenere ancora inviti qua e là e a maggior ragione per la sponsorizzazione di un suo libro.”

“Mamma della Legge Fornero”

“Elsa Fornero è infatti “mamma” della Legge Fornero, parte del decreto legge Salva Italia varato dal governo Monti nel 2011. In particolare la riforma impone il sistema di calcolo contributivo nella costruzione della pensione di tutti i lavoratori, anche per coloro che – in ragione della riforma Dini del 1995 – stavano costruendo la propria pensione con il più generoso sistema retributivo. Tra gli “effetti collaterali” della Riforma Fornero c’è il problema causato agli esodati, cioè ai lavoratori che avevano sottoscritto accordi aziendali o di categoria che prevedevano il pensionamento di vecchiaia anticipato rispetto ai requisiti richiesti in precedenza. Complice l’innalzamento dell’età del pensionamento costoro sono rimasti senza più stipendio e senza pensione, per alcuni periodi di tempo.”

“Ha rovinato delle famiglie”

“Ci chiediamo quindi a cosa serva oggi un dibattito con chi ha rovinato la vita a migliaia di famiglie, visto e considerato che ancora si sente l’eco delle proteste del comitato degli esodati, per la palese ingiustizia creata da questa legge. La Lega si chiede inoltre come si possa definire un’associazione “liberale” dato che invita il membro di uno dei governi dei più illiberali e ingiusti della storia della Repubblica Italiana che ha “fregato” in uno Stato che si definisce di diritto, migliaia di cittadini gettandoli in mezzo alla strada, semplicemente per far quadrare i conti e per compiacere l’Europa!  Quale valore aggiunto porta quindi, la visita della Signora Fornero – a noi sgradita – a Lodi?  Nutriamo la forte speranza che questa legge venga al più presto abrogata, ci dissociamo dalle forze politiche che l’avevano votata e da coloro che oggi, le concedono ancora spazio, vista la ferita aperta che questo scempio di legge ha lasciato al nostro paese.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli