Politica
Enti Locali 21-27

Fermi: "Colmiamo la distanza tra Comuni ed Europa"

Intervista al presidente del Consiglio regionale sul progetto promosso insieme ad Anci Lombardia. Al via gli Infoday: primo appuntamento il 21 ottobre a Pavia.

Fermi: "Colmiamo la distanza tra Comuni ed Europa"
Politica 20 Ottobre 2022 ore 07:33

Spiegare quali sono i fondi europei a disposizione per i Comuni e come poterli ottenere. Questo in sintesi l’obiettivo del progetto “Europa Lombardia Enti Locali 21-27”, promosso dal Consiglio regionale e Anci Lombardia, che entra nella fase operativa e verrà presentato agli amministratori locali proprio sui territori attraverso sei Infoday. Si parte venerdì 21 ottobre a Pavia con un incontro dedicato a “Digitale, Smart City, Cultura e Turismo”. Ne abbiamo parlato con Alessandro Fermi, presidente del Consiglio regionale della Lombardia.

Fermi: "Colmiamo la distanza tra Comuni ed Europa"

"Questo progetto nasce dalla consapevolezza che esiste una grande distanza tra le amministrazioni locali e l’Europa, che esistono delle difficoltà per i Comuni di poter accedere alle risorse messe a disposizione dalla programmazione finanziaria europea", spiega Alessandro Fermi, presidente del Consiglio regionale della Lombardia, che conosce bene la vita degli amministratori locali, "avendo fatto per tanti anni questa gavetta e avendo mantenuto un buon rapporto con gli amministratori comunali, come molti colleghi che siedono in Consiglio".

Infatti, proprio il Pirellone, insieme all’Associazione dei Comuni lombardi, ha fortemente voluto questo progetto. Un progetto sentito da tutti gli schieramenti politici, infatti è stato proposto attraverso un ordine del giorno dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio collegato al Bilancio e approvato all’unanimità dall’Aula, mettendo così a disposizione risorse importanti, e poi messo in pratica firmando un protocollo con Anci.

Siamo in un momento in cui le risorse europee sono molte e necessarie, un’occasione da non perdere?

"Abbiamo innanzitutto i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – Pnrr – e poi parte un nuovo settennato di programmazione dei fondi europei. La nostra realtà lombarda, aldilà dei capoluoghi di provincia e alcuni grandi comuni che hanno al loro interno le competenze sufficienti per poter accedere alle opportunità che offre l’Europa, è composta nel 95% da medi e piccoli comuni che per carenza di personale non hanno il tempo e le professionalità per ottenere questi fondi. Così, ragionando con Anci in maniera concreta, perché solo in questa ottica possiamo avere successo, abbiamo pensato a questa iniziativa, per aiutare e avvicinare le amministrazioni comunali a questo mondo, visto come lontano e inaccessibile".

In che modo?

"Prima creando una cabina di regia a disposizione dei Comuni, una task force a cui possono accedere come strumento di lavoro. Dobbiamo formare il personale amministrativo pubblico rispetto a questo mondo, con l’obiettivo finale di raccogliere – all’interno della competizione con gli altri Paesi europei – il maggior numero di risorse possibili per il nostro territorio. Il Pnrr ha una struttura più agevole, perché le misure passano attraverso il Ministero o le Regioni, quindi c’è una maggiore facilità di accesso. Ma la programmazione ordinaria dei fondi europei è più complicata. Ai Comuni servono ausili tecnici per districarsi in questa matassa burocratica e così come istituzioni vogliamo fare qualcosa per aiutarli".

E come verranno aiutati i Comuni?

"Da un lato dobbiamo capire su quali assi, tematiche, si muove la programmazione europea e così invitare e stimolare i Comuni a verificare i propri bisogni, presentare progetti già pronti o elaborarne di nuovi. Successivamente viene la parte più operativa e burocratica, ovvero come candidare i progetti rispetto alle varie misure messe a disposizione".

Adesso si parte con gli Infoday.

"Faremo sei tappe sul territorio, per approfondire ogni tematica insieme ai territori, mettendo sindaci e amministratori locali nelle condizioni di cogliere le opportunità europee. Spiegando per ogni singola missione come muoversi e mettendo a disposizione una cassetta degli attrezzi e dei professionisti in grado di aiutare le amministrazioni comunali".

E poi ci saranno anche delle missioni a Bruxelles?

"In una fase successiva, prepareremo dei dossier da candidare direttamente nel cuore dell’Unione europea attraverso le nostre strutture a Bruxelles e gli europarlamentari lombardi. Occasioni anche per sensibilizzare le istituzioni comunitarie su tematiche specifiche al nostro territorio".

Un progetto che andrà avanti, anche se tra pochi mesi scadrà il mandato dell’attuale Consiglio regionale?

"Abbiamo voluto porre le basi di partenza per un lavoro a disposizione di chi governerà dopo di noi, perché abbiamo il dovere di portare avanti le tante istanze che i sindaci non possono affrontare da soli, occupati dai tanti temi che spettano a loro. Diciamo che quello dei fondi europei è un compito in più per i sindaci e ci chiedono di non essere lasciati soli ad affrontarlo, per il bene dei cittadini".

Infoday: si parte da Pavia il 21 ottobre con i fondi su “Digitale, Smart City, Cultura e Turismo”

Con gli Infoday del prossimo 21 e 28 ottobre 2022, entrano nel vivo le attività programmate nell’ambito del progetto “Europa Lombardia Enti Locali 21-27”, promosso dal Consiglio regionale e da Anci Lombardia per affiancare i Comuni lombardi al fine di favorire lo sviluppo di sinergie tra le politiche elaborate ai diversi livelli di governo e di sostenere l’utilizzo efficace dei fondi europei. Il progetto consente di mettere a disposizione degli Enti locali lombardi una serie di strumenti di lavoro, elaborati all’interno di percorsi partecipativi, con cui affrontare in modo efficace la nuova stagione europea caratterizzata sia dai fondi previsti dalla programmazione 2021-27 sia dalle risorse messe in campo dal Pnrr - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il progetto ha previsto l’attivazione di 6 percorsi partecipativi multilivello sui temi di maggiore interesse per le comunità locali lombarde quali: digitale, turismo e cultura; ambiente; mobilità; istruzione, giovani e sport; coesione; salute.

I primi due appuntamenti territoriali per illustrare le opportunità europee sono:
il 21 ottobre 2022 a Pavia - Infoday di presentazione del Dossier Digitale, Smart City, Cultura e Turismo, dalle ore 14.00 presso la Provincia di Pavia, Sala dell’Annunciata, Piazza Petrarca, 3 (Infoday Pavia 21 ottobre 2022 - programma);
il 28 ottobre 2022 a Sondrio - Infoday di presentazione del Dossier Istruzione, Giovani e Sport, dalle ore 14.00 presso la Provincia di Sondrio, Sala Consiliare, via 25 Aprile, secondo piano, Palazzo del Governo.

Maggiori informazioni sul portale entilocali2127.anci.lombardia.it.

Seguici sui nostri canali