Elezioni provinciali 2018 Lodi: Passerini pigliatutto senza urne

Il voto di martedì diventa un pro forma: Passerini è già Presidente della Provincia dopo l'esclusione del candidato del Pd, Giuseppe Russo.

Elezioni provinciali 2018 Lodi: Passerini pigliatutto senza urne
Lodi, 06 Febbraio 2018 ore 16:22

Le elezioni provinciali 2018 di Lodi vedono già un vincitore: il leghista Passerini è Presidente della Provincia senza passare dalle urne a causa dell’esclusione del candidato del Pd.

Elezioni provinciali 2018: una vittoria a tavolino

Il Pd è stato escluso ufficialmente dalle elezioni provinciali 2018 di Lodi. Il candidato del centrosinistra Giuseppe Russo, in corsa contro il leghista Passerini per la presidenza della Provincia di Lodi, dopo una serie di colpi di scena e corsi e ricorsi tra avversari, ha dovuto sventolare bandiera bianca. La sua figura, infatti, è stata ritenuta incandidabile, rendendo Passerini automaticamente candidato unico.

Le ragioni dell’esclusione

Giuseppe Russo, rappresentante dei “dem” non rispetta i parametri richiesti dalla giustizia amministrativa secondo la Legge Delrio. Sugli enti di secondo di livello risultano candidabili alla presidenza esclusivamente i sindaci con almeno ancora 18 mesi di mandato da svolgere. A Russo, sindaco di Tavazzano, ne mancano 15. Largo quindi a Francesco Passerini, attuale sindaco di Codogno, che ha dalla sua i numeri in ordine per la candidatura.

Urne pro forma

La votazione di martedì sarà quindi un pro forma essendo Passerini ufficialmente già Presidente della Provincia di Lodi. Il Pd parla invece di delegittimazione agli occhi degli elettori, motivo per il quale invita Passerini a fare un passo indietro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia