Politica
foto di rito

Elezioni Codogno 2021: Passerini e Rizzi in attesa dei risultati

I candidati hanno votato: ora non resta che attendere lo spoglio. Codogno è l'unica città lodigiana con più di 15mila abitanti al voto.

Elezioni Codogno 2021: Passerini e Rizzi in attesa dei risultati
Politica Basso Lodigiano, 04 Ottobre 2021 ore 10:45

Hanno votato i candidati dei due schieramenti: da un lato il sindaco uscente, Francesco Passerini. Dall'altro la Preside dell'Istituto di istruzione Superiore Antonia Rizzi.

Entrambi hanno già votato

Come di consueto non è mancata la foto di rito che ritrae i due principali candidati davanti alle urne, intenti a votare.

Passerini ricorda che "Votare è il primo atto di partecipazione alla vita democratica. Votare è scegliere, esprimere la propria opinione. Votare è un diritto e un dovere."

Rizzi invece invita i suoi concittadini al voto:

"Ho votato. E voi? Andare a votare è importante: significa esprimere la propria opinione secondo il sistema democratico, e la democrazia non è scontata. Andate a votare. I seggi sono aperti anche lunedì 4 ottobre, fino alle ore 15.00."

 

Alle ore 23 di ieri, 3 settembre 2021, primo giorno di votazioni, l'affluenza secondo i dati segnalati dal sito ufficiale del Governo (https://elezioni.interno.gov.it/comunali/votanti/20211003/votantiGI03099) era per Codogno ferma al 48,26%, ben lontana dal 65,14% delle precedenti amministrative.

La speranza dei candidati è che i residenti che ancora latitano colgano l'occasione della giornata di oggi per votare.

La presentazione di Rizzi

Quando la scorsa primavera Antonia Rizzi si è candidata alle elezioni per diventare il nuovo sindaco di Codogno si è presentata così sulla sua pagina Facebook:

"Mi chiamo Antonia Rizzi, ho 52 anni e vivo a Codogno da quando sono nata.
Sono sposata con Alberto Giussani e ho due figlie, Alessandra e Arianna, entrambe studentesse universitarie.
Dal 2014 lavoro come dirigente scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore di Codogno che comprende gli Istituti Ambrosoli e Calamandrei di Codogno e l’Istituto Merli Villa-Igea di Lodi. In precedenza ho insegnato materie letterarie al Liceo Novello di Codogno e all’Istituto Cesaris di Casalpusterlengo; ancora prima sono stata funzionaria della Camera Arbitrale Nazionale e Internazionale di Milano, azienda speciale della CCIAA, dove mi sono occupata di risoluzione alternativa di controversie civili e commerciali, attività che continuo a svolgere in qualità di mediatore di conflitti.
Nel corso della mia carriera professionale ho avuto varie esperienze di alto livello anche di carattere internazionale, in particolare nel coordinamento di progetti ed attività di carattere formativo ed educativo.
Come dirigente scolastica, lavoro quotidianamente in stretta sinergia con enti pubblici e con varie realtà produttive, imprenditoriali e del terzo settore del territorio.
Pur non avendo precedenti esperienze in campo politico, conosco bene il funzionamento della pubblica amministrazione e desidero mettere le mie competenze al servizio della comunità della quale faccio parte.
Credo nella partecipazione, nel senso di responsabilità dei singoli, del contributo di tutti: Codogno è la nostra città, tutti i cittadini e le cittadine possono esserne protagonisti."

Passerini punta al secondo mandato

Il sindaco uscente è l'ormai noto Francesco Passerini, presidente anche della Provincia di Lodi, diplomato all’Itis Cesaris di Casalpusterlengo, ha 37 anni ed è sindaco uscente del comune di Codogno.

Impiegato assicurativo dal 2006, dal 2011 al 2016 è stato consigliere di opposizione in Consiglio Comunale e rappresenta ora la coalizione di centrodestra.