Politica

Caso mensa: consiglieri comunali "Nessuna polizza per mettere la mani avanti"

Smentita ufficiale circa le voci circolate su alcuni giornali che avevano ipotizzato una "assicurazione preventiva" da parte dei consiglieri di maggioranza.

Caso mensa: consiglieri comunali "Nessuna polizza per mettere la mani avanti"
Politica Lodi, 15 Novembre 2018 ore 16:47

I consiglieri di maggioranza comunali smentiscono con una nota ufficiale i rumors circolati nei giorni scorsi circa l'ipotesi di "tutelarsi preventivamente" in vista della sentenza sualla causa civile inerente il caso mensa.

La comunicazione ufficiale

"In rappresentanza di tutti i consiglieri di maggioranza, prendiamo nettamente le distanze da quanto riportato sulla stampa in data 14 novembre 2018. Nessun consigliere comunale ha stipulato o ha dichiarato di voler stipulare “polizze assicurative” in vista della sentenza del Tribunale di Milano sulla causa civile intentata dalle associazioni Asgi e Naga contro il Comune in merito al Regolamento comunale per l’accesso alle prestazioni agevolate. Quanto è stato pubblicato è frutto di invenzione giornalistica o di voci infondate messe in circolazione ad arte, con l’intenzione di mistificare per l’ennesima volta la realtà dei fatti. È evidente che una polizza assicurativa non può avere valore retroattivo, per i consiglieri comunali sarebbe quindi del tutto inutile sottoscriverla per tutelarsi da un’eventuale richiesta di risarcimento. Al di là di questo, siamo fiduciosi nel corso della giustizia e nel ritenere che l’Amministrazione di Lodi abbia agito nell’interesse dei cittadini."

Ha tenuto a puntualizzare il gruppo.

I firmatari

I capigruppo di Maggioranza del Consiglio Comunale di Lodi Alberto Segalini – Lega Marco Pavese – Forza Italia Alessandro Bonetti – Coalizione Maggi per Lodi Maria Grazia Bazzardi – Fratelli d’Italia/Alleanza Lodigiana Elisabetta Armanni – Lista Civica Sarà il Futuro di Lodi.

LEGGI ANCHE: Caso mensa: chef Rubio appoggia il Coordinamento Uguali Doveri