Menu
Cerca
La proposta

Baffi (Iv): “Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale di strutture sanitarie e sociosanitarie”

L'obiettivo è di inserire disposizioni nazionali che introducano l’obbligo vaccinale.

Baffi (Iv): “Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale di strutture sanitarie e sociosanitarie”
Politica Lodi, 02 Marzo 2021 ore 16:38

Patrizia Baffi, consigliere regionale di Italia Viva, lancia la proposta di “Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale di strutture sanitarie e sociosanitarie”.

La proposta della consigliera di Italia Viva

“Occorre introdurre l’obbligo vaccinale per il personale di strutture sanitarie e sociosanitarie” dichiara il Consigliere Regionale lodigiano, Patrizia Baffi “Gli operatori sanitari e sociosanitari hanno un rischio più elevato di altre categorie non solo di essere esposti all’infezione da Covid, ma anche di trasmetterla ai propri pazienti, e questo non è accettabile: occorre mettere in atto ogni azione utile a prevenire l’infezione e a proteggere la salute delle persone che devono recarsi in ospedale o degli ospiti delle strutture residenziali in condizioni di fragilità”.

Sottoscritta mozione urgente

“A tal fine ho sottoscritto la mozione urgente presentata oggi in aula con cui si chiede alla Giunta di rafforzare la comunicazione mirata a queste categorie professionali, in un’ottica di “moral suasion” affinché chi ancora non si è sottoposto alla vaccinazione possa rivedere la tale scelta” prosegue Patrizia Baffi “e di valutare l’opportunità di porre in essere strumenti normativi per prevedere l’obbligatorietà della vaccinazione anti Covid per il personale sanitario e sociosanitario introducendo provvedimenti disciplinari per chi non aderisse, come la sospensione dal servizio o lo spostamento ad altre mansioni”.

Non solo per la Lombardia

“La mozione impegna inoltre la Giunta ad avviare una interlocuzione con il Governo, affinchè le disposizioni nazionali introducano l’obbligo vaccinale” sottolinea il Consigliere Regionale “Sono numerosi i casi di cronaca in Lombardia, ma anche nel resto d’Italia, che evidenziano i gravi problemi ed il pericolo derivante dalla scelta di parte del personale sanitario e sociosanitario di non vaccinarsi: non possiamo più aspettare, le istituzioni devono dare un segnale chiaro.

Occorre intervenire con urgenza, così come ha già fatto nei giorni scorsi la Regione Puglia” evidenzia Patrizia Baffi “Auspico quindi che la mozione possa riscuotere oggi il voto favorevole dell’aula” conclude

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli