Economia
Fondi pnrr

Lodi più green, entro il 2026 verranno acquistati almeno 7 mezzi a emissioni zero

L’intero ammontare delle risorse destinate al Comune di Lodi ci offre l’opportunità di rinnovare circa l80% della flotta in esercizio.

Lodi più green, entro il 2026 verranno acquistati almeno 7 mezzi a emissioni zero
Economia Lodi, 23 Febbraio 2022 ore 10:06

L’intero ammontare delle risorse destinate al Comune di Lodi ci offre l’opportunità di rinnovare circa l80% della flotta in esercizio.

Il Sindaco: “Il Comune muove il passo decisivo verso la svolta ecologica”

“Compiamo oggi un altro passo decisivo verso il rinnovo della flotta dei nostri bus, puntando a soluzioni a basso impatto ambientale. Il Comune di Lodi ha infatti aderito a un’opportunità di finanziamento di oltre 5 milioni di euro per l’acquisto di bus elettrici e alla realizzazione delle infrastrutture per la loro alimentazione. Un investimento che ci porta sempre più vicini al traguardo della svolta ecologica a cui abbiamo già dato avvio con le risorse del Piano Nazionale Strategico della Mobilità Sostenibile. Sale così a più di 10 milioni di euro la dotazione che ci -permetterà di sostituire i vecchi bus diesel con quelli a zero emissioni, con una scelta netta a favore della salute e dell’ambiente”.

Con queste parole il Sindaco Sara Casanova conferma l’adesione del Comune di Lodi alla raccolta di manifestazioni di interesse del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ai finanziamenti previsti nell’ambito della missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica” del PNRR.
Al Comune di Lodi sono destinate risorse pari a 5.187.077 di euro per l’acquisto di almeno 2 bus a emissioni zero entro il 31.12.2024 e complessivamente di almeno 7 mezzi entro il 30.06.2026.

Obiettivo rinnovare l'80% della flotta

“L’intero ammontare delle risorse destinate al Comune di Lodi ci offre l’opportunità di rinnovare circa l80% della flotta in esercizio, attualmente composta da 22 mezzi - aggiunge l’assessore alla Mobilità Alberto Tarchini -. La sfida dei mesi a venire sarà quella di riuscire a coordinare lo sforzo per rispettare le scadenze stringenti contenute nei piani di investimento, in particolare quelle relative al PNRR, che prevede la stipula dei contratti di acquisto entro il 31.12.2023. Il primo passo sarà la stesura di una convenzione tra Comune, gestore del servizio e Agenzia di Bacino, così da definire il ruolo che ciascun attore avrà in questo impegnativo percorso”.

Seguici sui nostri canali