REGIONALE

Uccisa a 19 anni da un pirata della strada poi risultato ubriaco

A investirla un giovane di 22 anni che dopo l'incidente si è dato alla fuga.

Uccisa a 19 anni da un pirata della strada poi risultato ubriaco
Lodi, 22 Maggio 2020 ore 17:06

Una studentessa di 19 anni uccisa da un pirata della strada: fermato dopo la fuga è risultato avere nel sangue un tasso alcolemico superiore al consentito. A raccontare la triste vicenda è prima Lecco.

Uccisa a 19 anni da un pirata della strada

Chiara Papini, 19 anni, non ce l’ha fatta. Dopo una notte passata tra la vita e la morte, nella mattinata di giovedì 21 maggio 2020 il suo cuore ha cessato di battere. Chiara è stata investita e uccisa da un pirata della strada. La tragedia è avvenuta nella serata di mercoledì a Lecco. La giovane è stata travolta da un’auto mentre attraversava la strada. Il giovane che l’ha investita è poi fuggito lasciandola a terra.

Era ubriaco

Successivamente rintracciato dagli uomini della Questura, il 22enne che si trovava alla guida dell’auto, è stato sottoposto agli accertamenti per la verifica di assunzione di alcol e droga. Dall’esito degli esami è emerso che nel suo sangue scorreva una quantità di alcol superiore al consentito. Un elemento che rende ancora più straziante e senza senso la morte di una giovane studentessa, sportiva, amata e innamorata delle vita.

La famiglia di Chiara, in un ultimo straordinario gesto di generosità, ha acconsentito all’espianto e alla donazione degli organi.

LEGGI TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SU PRIMA LECCO

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia