Truffe online, chi più ne ha più ne metta: lodigiani quotidianamente truffati

Le truffe online denunciate nel lodigiano sono praticamente all'ordine del giorno.

Truffe online, chi più ne ha più ne metta: lodigiani quotidianamente truffati
Cronaca Lodi, 10 Febbraio 2020 ore 15:08

Solo negli ultimi giorni, sono diverse le persone denunciate per truffa dopo essere state individuate quali responsabili di fraudolenze varie in tutto il territorio.

Finto venditore d’auto su Subito.it

Il 4 febbraio 2020, a conclusione di un’attività di indagine, la stazione dei Carabinieri di Orio Litta ha denunciato in stato di libertà per il reato di truffa R.G., classe 1961, di Abbiategrasso (MI), perché tramite piattaforma di aste online “Subito.it” ha venduto un veicolo Volkswagen Polo ricevendo dall’acquirente, un 42enne di Senna Lodigiana, a titolo di acconto la somma di 450 euro, accreditata su carta postepay, rendendosi irreperibile subito dopo aver ricevuto l’accredito del denaro.

Finto venditore di scarpe online

Il 7 febbraio i Carabinieri di Castiglione d’Adda hanno denunciato in stato di libertà per il reato di truffa F.C., classe 1996 di Bari, perché dopo aver venduto un paio di scarpe marca Adidas tramite piattaforma di inserzioni online, ha ricevuto dall’acquirente, un 37enne di Castiglione d’Adda, la som ma di 60 euro accreditata su carta prepagata Postepay intestata all’indagato, omettendo di consegnare il bene pattuito.

Finto venditore di carrelli portautensili su subito.it

Lo stesso giorno i Carabinieri di Castenuovo Bocca d’Adda hanno denunciato per truffa C.S., classe 1993, di Oristano (OR), perché tramite la piattaforma di aste online “Subito.it” ha venduto un carrello portautensili marca Beta Deck ricevendo dall’acquirente, un 20enne di Caselle Landi, la somma di 125 euro con accredito su Postepay intestata all’indagato, omettendo di consegnare il bene pattuito.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità