Tenta di investire due agenti, arrestato dopo inseguimento

Finisce con l'auto in un fosso. Estratto dall'abitacolo prende a calci e pugni i poliziotti.

Tenta di investire due agenti, arrestato dopo inseguimento
Lodi, 30 Luglio 2018 ore 09:15

Tenta di investire agenti, arrestato spacciatore. Dopo un inseguimento finisce in un fosso.

Tenta di investire agenti

Prima tenta di investire gli agenti che gli avevano intimato di fermarsi, poi cerca di picchiarli con calci e pugni. È accaduto nella mattinata di domenica a Lodi nelle vicinanze del cimitero Maggiore quando due poliziotti i si sono lanciati all’inseguimento di una macchina che non si era fermata al posto di blocco. Alla sua guida, H.Y. un marocchino di 29 anni.

I fatti

Nell’ambito di una normale attività di controllo, una pattuglia, posizionata nel parcheggio del cimitero Maggiore di Lodi, ha intimato l’alt ad una autovettura. Il conducente, dapprima ha arrestato bruscamente l’auto, poi è ripartito a tutta velocità cercando di investire i due agenti, che si sono salvati buttandosi di lato, sul ciglio della strada.

L’inseguimento

Gli agenti sono subito partiti all’inseguimento della vettura. che ha finito la sua corsa , colpendo un palo e poi finendo in una roggia laterale alla strada. Il conducente, successivamente identificato in H.Y., un marocchino di 29 anni, è rimasto intrappolato nell’auto mentre una seconda persona, anche lei sulla vettura, è riuscita a darsi alla fuga per i campi.

Calci e pugni

Una volta che gli agenti lo hanno estratto dal veicolo, H.Y. li ha aggrediti con calci e pugni. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e un’autoambulanza: gli operatori sanitari gli hanno riscontrato abrasioni ad un braccio ed una contusione ad un occhio. Anche gli agenti hanno necessitato di cure: per entrambi la prognosi di guarigione è di 7 giorni.

Arresto e denuncia

H.Y. è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. Inoltre è stato denunciato per guida senza patente, rifiuto di sottoporsi all’alcoltest e spaccio. Addosso aveva infatti banconote di piccolo taglio ritenute dalla Questura provento di attività di spaccio.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia