Cronaca
Youtuber nel mirino

Social Boom denunciato per il finto video nella "zona rossa", ecco come si è giustificato

Per il giovane youtuber è scattata la denuncia per pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l’ordine pubblico.

Social Boom denunciato per il finto video nella "zona rossa", ecco come si è giustificato
Cronaca Basso Lodigiano, 02 Marzo 2020 ore 12:35

E' finito nei guai lo youtuber il cui nome d'arte è Social Boom. Sul proprio canale Instagram il giovane aveva raccontato di essere entrato nella “zona rossa”, aggirando i posti di controllo delle forze dell’ordine. Ma gli agenti hanno scoperto che era tutto falso e proceduto alla denuncia. 

Social Boom: il fake video

Lo youtuber andava raccontando attraverso i suoi canali social di aver messo a segno un'esclusiva: introducendosi nella zona rossa di Codogno, epicentro del focolaio del Coronavirus, filmando quanto stava succedendo. La notizia, ripresa anche dai quotidiani nazionali, è finita all’attenzione della Procura di Lodi che ha delegato ai Carabinieri del Nucleo Investigativo le attività di rintraccio e verifica. Nel pomeriggio del 28 febbraio 2020 il giovane è stato rintracciato a Segrate (MI) e condotto presso il comando dei Carabinieri di Lodi dove le attività di verifica effettuate sul telefono cellulare dell’uomo e la localizzazione abbinata al file video hanno permesso di accertare che le immagini erano state girate a Guardamiglio (LO) comune appena fuori dalla “zona rossa”.

Denunciato

Il 24enne è stato quindi denunciato a piede libero per le violazioni di cui all’art. 656 c.p. (pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l’ordine pubblico).

La giustificazione

Ospite a "Non è l'Arena" il giovane ha spiegato le ragioni del suo gesto:

"Molti la vedono come una cosa negativa, io volevo solo far vedere cosa stesse succedendo. Poi entrato o non entrato c'è un processo in corso, quindi non posso dire niente al momento. Volevamo solo mostrare come fosse la situazione."

Il parterre di ospiti, però, non sembrava per nulla convito delle giustificazioni dello youtuber: aspre critiche sono piovute dal giornalista Tony Capuozzo, da Alessandro Cecchi Paone e Nunzia di Girolamo che, rivolgendosi a Social Boom ha commentato: "Hai avuo un momento da cretinovirus".

TORNA ALLA HOME