Sigillata macelleria a Casalpusterlengo: vendeva cibi scaduti e con etichette irregolari

L'operazione congiunta ha portato alla scoperta delle gravi irregolarità.

Sigillata macelleria a Casalpusterlengo: vendeva cibi scaduti e con etichette irregolari
Casalpusterlengo, 23 Luglio 2019 ore 16:27

Sigillata macelleria a Casalpusterlengo: vendeva cibi scaduti e con etichette irregolari. L’operazione congiunta ha portato alla scoperta delle gravi irregolarità.

L’operazione congiunta che ha portato alla chiusura della macelleria

L’operazione è scattata giovedì scorso, 18 luglio 2019. Ad intervenire sono state la Guardia di finanza, la Polizia locale e l’Ats Città Metropolitana di Lodi. Sono così state scoperte diverse irregolarità in una macelleria etnica di Casalpusterlengo in via Gramsci. Dalle indagini sono stati scoperti prodotti scaduti ancora in vendita o in deposito ed etichette non conformi alle norme previste. L’Ats ha riscontrato anomalie igenico-sanitarie nei prodotti alimentari e nella loro gestione, tanto gravi da portare gli inquirenti a sigillare la macelleria.

L’amministrazione comunale vuole controlli a tappeto per i negozi etnici

L’amministrazione comunale, seppur soddisfatta per l’operazione appena conclusasi, non intende demordere su questo genere di irregolarità. Il sindaco leghista Elia Delmiglio commenta così:

 «I controlli proseguiranno negli altri negozi etnici nelle prossime settimane e vogliamo formare gli agenti nello specifico per queste attività di verifica, a tutela della sicurezza dei clienti in primis».

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia