Cronaca
Indagine mirata

Quattro minori ubriachi finiscono in Pronto soccorso: scoperti i due titolari che vendevano loro da bere

L'indagine della Polizia ha portato i suoi frutti: due titolari di esercizi commerciali di Lodi sono stati sorpresi vendere alcolici ai minori.

Quattro minori ubriachi finiscono in Pronto soccorso: scoperti i due titolari che vendevano loro da bere
Cronaca Lodi, 17 Gennaio 2022 ore 10:07

Visti i recenti e sempre crescenti episodi analizzati anche in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto circa l’abuso di alcool da parte di minorenni, ed accertati ricoveri di giovani soggetti in ospedale, la Polizia di Lodi ha svolto mirati accertamenti che hanno portato, prima all’identificazione dei minori assuntori delle bevande alcoliche e successivamente, anche mediante individuazione fotografica, dei venditori coinvolti.

Bevande alcoliche vendute ai minori: indagini mirate della Polizia di Lodi

Quattro minori - individuati durante le indagini - nei giorni scorsi sono stati sottoposti a cure presso l'ospedale di Lodi per “intossicamento etilico con perdita di coscienza”. Tramite mirate indagini gli inquirenti sono riusciti a identificare una donna, titolare di un esercizio commerciale di Lodi, che è stata denunciata in stato di libertà alla locale autorità giudiziaria poiché resasi responsabile di aver venduto alcoolici a minori di anni 16.

Nell’ambito di tale attività investigativa è emerso inoltre un altro esercizio commerciale che ha venduto alcolici a minori di età compresa tra ai 16 e i 18 anni. Sono al vaglio della Questura eventuali provvedimenti amministrativi da adottare nei confronti dei titolari degli esercizi commerciali trasgressori.

Foglio di via per un pregiudicato violento

Nell’ambito degli stessi servizi, Il Questore di Lodi ha emesso un provvedimento di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Lodi per anni tre nei confronti di un pregiudicato residente in altro comune della provincia di circa 20 anni.

Lo stesso si è reso responsabile prima di un’ingiustificata aggressione nei confronti di un anziano passante avvenuta nel centro cittadino, poi di condotte violente, accompagnate da calci, sputi e insulti nei confronti degli agenti intervenuti, in aggiunta al danneggiamento dell’autovettura di servizio. Motivi che hanno spinto il personale operante ad arrestare immediatamente il pregiudicato.

Sorpreso 22enne egiziano destinatario di mandato di espulsione

Infine una volante della Polizia di Stato ha notato nel piazzale della stazione FS di Lodi un giovane in atteggiamenti sospetti. Gli agenti dopo averlo fermato lo hanno identificato per K.A. ventiduenne egiziano, non residente sul territorio, clandestino e gravato da numerosi precedenti penali per danneggiamento, cessione di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Lo stesso era stato da poco scarcerato dal penitenziario di Cremona per lesioni e rapina aggravata, e risultava già destinatario di un ordine di espulsione. Il soggetto veniva condotto presso la struttura CPR di Gradisca di Isonzo per il rimpatrio.

Seguici sui nostri canali