Melegnano

Perde la testa dopo il furto e minaccia con un collo di bottiglia l'ex-assessore

Uno straniero voleva restituire il maltolto ma ne è nata un'accesa discussione col derubato. Morsicato un 29enne intervenuto per placare gli animi.

Perde la testa dopo il furto e minaccia con un collo di bottiglia l'ex-assessore
Cronaca Lodi, 04 Settembre 2021 ore 10:59

Straniero perde la testa e minaccia un ex-assessore con il collo di una bottiglia, poi morsica un 29enne e si dà alla fuga: pomeriggio molto movimentato in centro ieri venerdì 3 settembre 2021.

Un furto tutto particolare

Tutto nasce da un tentativo di furto del tutto particolare, con i ladri che si "pentono" e restituiscono la refurtiva. Gesto dal quale nasce una discussione e una colluttazione poi culminata nella pericolosa aggressione. Di seguito i fatti, così come raccolti da testimoni oculari poco dopo. Due soggetti, all'apparenza stranieri, si aggirano fra le auto nella centralissima Piazza IV Novembre: sbirciano dentro gli abitacoli e alla fine riescono a rubare un portafogli. Non si erano accorti però che qualcuno, insospettito, li stava filmando col telefonino.

Fatto il "colpo" i due compari se ne vano tranquilli. Il videomaker intanto aspetta il padrone della macchina e gli mostra il video: "Ecco qua, ho filmato i ladri che ti hanno aperto la macchina". Comprensibilmente infuriato, il derubato impreca e pensa a cosa fare con agitazione. A questo punto i due ladruncoli spuntano di nuovo sulla piazza e vengono riconosciuti. Vogliono restituire il maltolto, per evitare guai peggiori, ma gli animi si accendono.

In appoggio al derubato

In appoggio al derubato arrivano alcuni astanti, i due mariuoli vengono bloccati e qualcuno chiama i Carabinieri. A questo punto uno dei due perde la testa. Si fionda dentro il bar lì vicino, afferra una bottiglia dal dehor e la spacca. Seduto a uno dei tavolini c'era l'ex-assessore Massimo Stroppa, che è anche volontario della Protezione civile, il quale si è sentito in dovere di intervenire.

Ha tentato di riportare la calma ma, in tutta risposta, si è visto puntare alla gola il vetro rotto. Attimi di paura, quindi, fino all'intervento di un 29enne che ha disarmato il folle ricevendo però in cambio un morso. Sul posto è giunta poi un'ambulanza mentre i due complici sono riusciti a scappare. Sull'accaduto indagano i Carabinieri della locale stazione.

Questo dunque l'ultimo aggiornamento riguardo la minaccia col collo di una bottiglia ai danni di un ex-assessore.