Ousseynou Sy non si pente. “Accolto” in cella con uova e arance

E' stato trasferito, intanto nessun pentimento: "lo rifarei cento volte".

Ousseynou Sy non si pente. “Accolto” in cella con uova e arance
22 Marzo 2019 ore 09:42

Ousseynou Sy, arance e uova contro la porta nella prima notte in cella. Poi è stato trasferito, intanto non si pente: “lo rifarei cento volte”.

Ousseynou Sy, “accolto” in cella con uova e arance

L’autista che ha sequestrato sul bus 51 studenti, Ousseynou Sy, ha passato la prima notte in carcere dopo essere stato arrestato. Gli altri detenuti lo hanno accolto lanciando contro la porta della sua cella uova e arance per tutta la notte. Poi è stato trasferito in un altro reparto, riservato a chi commette reati contro donne e bambini. Intanto, come emerso anche dall’interrogatorio, l’uomo non dà segni di pentimento. “Lo rifarei cento volte”, ha ribadito ai carabinieri.

LEGGI ANCHE: 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia