Cronaca
investita da un anziano

Oriana non ce l'ha fatta, ma i suoi organi doneranno speranza ad altri pazienti

I genitori, dopo aver vegliato la 14enne per tutta la notte, hanno acconsentito all'espianto degli organi.

Oriana non ce l'ha fatta, ma i suoi organi doneranno speranza ad altri pazienti
Cronaca Lodi, 09 Giugno 2022 ore 11:25

Oriana Fregoni è morta  all'ospedale pediatrico di Brescia dove era stata trasferita in eliambulanza in seguito all'investimento che l'ha vista coinvolta martedì sera. I genitori hanno consentito alla donazione degli organi.

Investita a Lodi, Oriana non ce l'ha fatta

Come riporta Prima Treviglio, la notizia della sua scomparsa è circolata in poco tempo e a Rivolta, dove viveva, la comunità è sotto choc. L'incidente era avvenuto ieri sera intorno alle 19 in via Papa Giovanni XXIII, a pochi passi dal "Gandini", dove la 14enne frequentava la prima del liceo scientifico. A investirla una Ford Kuga guidata da un'anziano di Lodi anche lui soccorso sul posto.

Sul posto erano subito intervenute automedica e ambulanza della Croce rossa di Lodi, ma viste le condizioni disperate della giovane era stato richiesto l'intervento dell'elisoccorso alzatosi in volo da Milano. La 14enne era stata quindi trasferita agli Spedali Civili di Brescia, ma le sue condizioni erano già disperate. Per tutta la notte la sua famiglia, papà Attilio Fregoni, mamma Claudia Manzoni che ha assistito impotente all'incidente e la sorella minore Zoe, hanno vegliato su Oriana sperando in un miracolo che, però, non è accaduto. I genitori hanno poi acconsentito all'espianto degli organi.

Il trasferimento in ospedale a Brescia

A preoccupare era il forte trauma cranico riportato dalla ragazza. Questa mattina gli esami hanno rivelato che purtroppo per la 14enne non c'era più nulla da fare. E poi qualche ora dopo la bruttissima notizia: Oriana non ce l'ha fatta. Sulla dinamica dell'incidente stanno ancora indagando le Forze dell'ordine. A quell'ora la gran parte degli studenti non era ancora arrivata. La dirigenza ha poi deciso di annullare i festeggiamenti in segno di rispetto e vicinanza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter