Niente da fare

Muore a 71 anni il sindacalista lodigiano Stefano Lazzarini, durante il Covid si era battuto per i diritti degli infermieri

I funerali si svolgeranno domani, giovedì 21 marzo, alle 15 a Casalpusterlengo nella Chiesa Parrocchiale dei Cappuccini

Muore a 71 anni il sindacalista lodigiano Stefano Lazzarini, durante il Covid si era battuto per i diritti degli infermieri
Pubblicato:
Aggiornato:

Non si è mai limitato a denunciare le carenze ma ha intrapreso azioni concrete come gli scioperi della fame e i sit in organizzati di fronte alla Prefettura di Lodi per far sentire la voce dei lavoratori.

Lutto a Lodi, addio al sindacalista Stefano Lazzarini

Si è spento nel corso della mattinata di ieri, martedì 19 marzo, lasciando un vuoto nella comunità locale il sindacalista della Confsal di Lodi Stefano Lazzarini. La tragica notizia arriva dopo che il 71enne era stato colpito da un'emorragia cerebrale domenica scorsa ed era stato portato d'urgenza al San Matteo di Pavia dove, purtroppo, ha perso la sua battaglia per la vita.

L'ospedale San Matteo di Pavia

La sua scomparsa ha lasciato un segno indelebile tra coloro che hanno conosciuto e apprezzato il suo impegno e la sua dedizione per oltre quattro decenni. Il suo impegno incrollabile nell'ambito sindacale e come difensore dei diritti dei lavoratori era noto a tutti a Lodi. Fin da giovanissimo era impegnato in ambito sociale, nel 1968 si era unito al movimento di contestazione giovanile.

Domani alle 15 i funerali

Il suo impegno si è esteso attraverso varie battaglie con una particolare enfasi sul fronte della sanità durante l’epoca del Covid. Lazzarini ha combattuto strenuamente contro l'Asst di Lodi denunciando le insostenibili condizioni di lavoro del personale sanitario degli ospedali di Codogno e Lodi all'inizio della pandemia.

Non si era limitato a denunciare le carenze ma aveva intrapreso azioni concrete come gli scioperi della fame e i sit in organizzati di fronte alla Prefettura di Lodi per far sentire la voce dei lavoratori e chiedere maggiori tutele per medici, infermieri e operatori socio-sanitari. La sua incrollabile determinazione lo ha portato anche a opporsi al piano di trasformazione dei presidi ospedalieri di Casalpusterlengo e Sant’Angelo Lodigiano in ospedali di comunità.

Lazzarini con l'ex consigliere pentastellato Marco Degli Angeli durante una delle proteste

Ma il suo impegno non si è limitato al settore sanitario. Lazzarini si è battuto anche per i diritti nel trasporto pubblico locale e ha esteso la sua difesa ai lavoratori invalidi portando avanti numerose iniziative anche a loro favore. Il 71enne lascia la moglie e tre figli. I funerali si svolgeranno domani, giovedì 21 marzo, alle 15 a Casalpusterlengo nella Chiesa Parrocchiale dei Cappuccini.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali