Sant'Angelo Lodigiano

Movimenti sospetti a cascina Belfuggito: ritrovata un’auto e merce rubata dal valore di 20mila euro

Ritrovati 240 fusti ancora imballati contenenti farinacei e cereali rubati 20 giorni fa.

Movimenti sospetti a cascina Belfuggito: ritrovata un’auto e merce rubata dal valore di 20mila euro
Lodi, 29 Ottobre 2020 ore 14:56

Controllo coordinato del territorio, nella Cascina Belfuggito i Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano recuperano refurtiva per circa 20mila euro.

Movimenti sospetti alla cascina Belfuggito

La mattina dello scorso 28 ottobre 2020 i Carabinieri della Stazione di Sant’Angelo Lodigiano, sempre attenti alle dinamiche che riguardano il controllo del territorio, nell’ambito dei quotidiani servizi preventivi hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi della cascina Belfuggito, da sempre un sito verso il quale rivolgono una particolare attenzione operativa, giacché teatro di numerosissimi interventi per la peculiare predisposizione a delinquere nel campo dei furti e della ricettazione della popolazione “rom” che la occupa.

Ritrovata un’auto rubata

Ebbene, anche in questo caso l’intuito dei carabinieri si è rivelato azzeccato, dal momento che, sebbene senza poter dimostrare le responsabilità di alcuno dei dimoranti, in una parte abbandonata della cascina hanno rinvenuto una BMW serie 320D provento di furto in danno di un’azienda con sede in provincia di Milano, un autocarro rubato lo scorso 9 ottobre 2020 a Livraga, di proprietà di un padroncino residente in Sicilia e, infine, 240 fusti ancora imballati contenenti farinacei e cereali, asportati anch’essi la notte del 9 ottobre nel capannone di una ditta di Livraga, verosimilmente in concomitanza con l’autocarro sul quale sono stati poi trasportati in cascina. La refurtiva, per valore di circa 20 mila euro, è stata tutta restituita agli aventi diritto.

Denunciato 61enne di Graffignana

L’azione di controllo dei militari di Sant’Angelo Lodigiano è proseguita per tutta il giorno, tant’è che nel corso di uno dei numerosi posti di blocco effettuati anche per verificare il rispetto delle norme anti-contagio emanate dal Governo, nel centro abitato hanno identificato e denunciato alla Procura della Repubblica di Lodi, per porto abusivo di oggetti atti a offendere, P.G.A., 61enne di Graffignana gravato da alcuni precedenti di polizia, sorpreso alla guida della propria Volkswagen Golf con un bastone in legno lungo 50 cm nascosto sotto il sedile che, potenzialmente destinato all’offesa e trasportato in giro senza un giustificato motivo, era sottoposto a sequestro.

Lodigiani chiamati a raccolta per supportare i ristoratori: anche questa volta ce la faremo

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia