Orrore a Rozzano

Macella una pecora nel cortile di casa, denunciato dai vicini inorriditi

L'uomo, un 60enne residente a Rozzano, adesso rischia fino a 150mila euro di multa e il carcere.

Macella una pecora nel cortile di casa, denunciato dai vicini inorriditi
Cronaca Alto Lodigiano, 29 Luglio 2021 ore 15:49

È un uomo di 60 anni, residente a Rozzano, l’individuo denunciato dalla polizia locale per aver macellato clandestinamente un animale all’interno del cortile della sua abitazione.

L'intervento della Polizia Locale su segnalazione di alcuni cittadini

Agli occhi degli agenti, accorsi sul posto dopo una segnalazione di alcuni cittadini inorriditi, era evidente che l’animale, un grosso ovino di dubbia provenienza e privo di certificazione sanitaria e identificativa, fosse stato macellato poco prima in assenza di ogni norma igienica.

Identificato dagli agenti, l’autore del fatto ha confessato di aver acquistato l’animale vivo e di averlo poi ucciso nel suo cortile. Il servizio veterinario di Ats, sopraggiunto sul luogo, ha proceduto con le immediate verifiche sanitarie per accertare l’origine dell’animale e il suo stato di salute oltre a verificare se siano state osservate le procedure volte a limitarne la sofferenza durante la fase di abbattimento, così come previsto dall'attuale legislazione in materia.

Animale macellato senza alcuna specifica

L’esito degli accertamenti ha purtroppo fatto emergere che l’animale è stato macellato senza alcuna specifica procedura di stordimento preliminare alla macellazione per lenirne la sofferenza. L’uomo rischia inoltre una condanna con reclusione sino a un anno e mezzo per maltrattamento di animali, oltre a un’ammenda fino a 150mila euro per la macellazione abusiva.