Cronaca
Casaletto Lodigiano

Lotta allo spaccio nei campi lodigiani, arrestato un altro spacciatore

Arrestato cittadino straniero per detenzione ai fini di spaccio di non modiche quantità di stupefacenti. 

Lotta allo spaccio nei campi lodigiani, arrestato un altro spacciatore
Cronaca Lodi, 16 Marzo 2021 ore 15:30

Arrestato cittadino straniero per detenzione ai fini di spaccio di non modiche quantità di stupefacenti.

Lotta allo spaccio nei campi

Altro duro colpo inferto dai carabinieri di Lodi Vecchio al fenomeno delinquenziale dello "spaccio di stupefacenti nei campi". Infatti, dopo l’arresto dello scorso 11 gennaio 2021, quando i militari, nella frazione Gugnano di Casaletto Lodigiano, hanno arrestato nella flagranza di reato il 28enne marocchino H.A., in Italia senza fissa dimora e già gravato da precedenti di polizia specifici, trovato in possesso di 25 grammi di eroina, 37 grammi di cocaina, 200 grammi di hashish, un bilancio elettronico di precisione e la somma contante di 1.670/00 euro, la sera del 12 marzo 2021 si sono spostati nel comune di Casaletto Lodigiano, precisamente in località Villarossa, nei pressi di un appezzamento di terreno impervio da qualche tempo scelto come teatro d’azione dallo spacciatore di turno per svolgere l’illecita attività di “spaccio a cielo aperto”.

I Carabinieri sono riusciti a bloccare lo spacciatore prima che si dileguasse

Anche in questa occasione, però, nonostante le oggettive difficoltà acuite dal fatto di operare su di un terreno indubbiamente favorevole agli spacciatori, i dinamici carabinieri della Stazione di Lodi Vecchio sono riusciti comunque ad anticipare le mosse dello spacciatore il quale, giunto in quell’anfratto a bordo di un’autovettura condotta da un complice, fuggito via, è stato prontamente bloccato prima che potesse dileguarsi nella fitta boscaglia.

Trovato con 55 grammi di eroina e 20 di cocaina

Il repentino intervento dei carabinieri ha consentito così di identificare il soggetto per E.B.N., anch’esso 28enne di origini marocchine in Italia senza fissa dimora e con alle spalle già una discreta carriera da spacciatore, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 55 grammi di eroina, 20 grammi di cocaina, un bilancio elettronico di precisione oltre all’occorrente per confezionare la droga in dosi.

Per questi motivi il 28enne è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di non modica quantità di sostanza stupefacente, posta in sequestro e trattenuta in carico unitamente all’altro materiale rinvenuto, in attesa di essere depositato presso il competente Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Lodi. Per E.B.N., quindi, si sono aperte le porte del carcere di Lodi dove, dopo la convalida dell’arresto, rimane in attesa del dibattimento che beneficerà dello sviluppo delle indagini che i carabinieri stanno ancora svolgendo per far luce sulla lucrosa attività interrotta.