BEI GESTI

L’Inno di Mameli in ospedale per fare sentire i pazienti meno soli VIDEO

Commoventi immagini dal "fronte" che vede impegnati pazienti e personale sanitario.

Lodi, 21 Marzo 2020 ore 11:26

“E’ un momento difficile per tutti, e in tutta Italia stanno pensando a voi e stanno sperando che questa battaglia molto dura la vinciamo, e sicuramente così sarà” così Sarah Barbuto, medico pneumologo, si rivolge ai presenti nel reparto dell’Ospedale di Sondalo prima di diffondere tramite il megafono l’Inno di Mameli aderendo così all’iniziativa promossa a livello nazionale di suonarlo in modo da sentire più vicine le proprie famiglie lontane, dei pazienti e del personale sanitario. Le immagini sono state pubblicate ieri, venerdì 20 marzo 2020, sul profilo della dottoressa ricevendo molti like e condivisioni, a riportare il fatto i colleghi di PrimaLaValtellina.it.

Situazione all’Ospedale Morelli

I dati aggiornati a venerdì 20 marzo dicono che i pazienti affetti da coronavirus ricoverati all’ospedale Morelli di Sondalo sono 139, di cui 99 uomini e 40 donne. Sono suddivisi in Rianimazione (Terapia intensiva) e Terapia Sub Intensiva, in cura o in osservazione. Dal 2 marzo, data del primo ingresso di un paziente affetto da Coronavirus al Morelli sono stati accolti 197 i pazienti. I dimessi sono stati 31, 25 purtroppo i deceduti, due quelli trasferiti.

TORNA ALLA HOME

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia