Mandateci un messaggio

“La prima cosa bella che farò dopo il 3 maggio (forse) sarà…” SCRIVETECI!

Cari lettori, sbizzarritevi immaginando il domani, quando finalmente potremo uscire di casa...

Lodi, 20 Aprile 2020 ore 11:02

Qual è la prima cosa bella che farete quando sarà passato l’incubo coronavirus e potremo finalmente uscire dalle nostre case e ricominciare a vivere all’aria aperta?

I vostri messaggi

…Con le lacrime agli occhi riabbraccerò i miei cari, poi una visita in Chiesa a ringraziare Dio… e poi, cercando di recuperare il tempo perduto, guarderò la gente, la natura e tutto quello che ci circonda, con occhio più limpido e, spero, più indulgente!
Giorgia

Finito tutto questo, vorrei prendere la macchina e partire per una meta improvvisata. L’importante è essere in compagnia e divertirmi come mai ho fatto finora.
Giovanni


Prima di tutto un abbraccio a mia mamma e nipoti. E poi una bella passeggiata!
Marinella


Andrò a vedere il mare!!

Cinzia


Abbraccerò i miei figli ormai adulti e li stringerò tra le mie braccia per ore.

Isabella


Brucerò il pigiama.

Fulvia


Mi rotolerò nell’erba con i miei bambini.

Debora


Una bella camminata in Alto Adige.

Natale


Riempirò di coccole mia nipote.

Marialuisa


La prima cosa? Abbracciare le mie figlie..che le guardo da lontano al mattino quando esco per recarmi in ospedale a fare pulizie e sanificazioni….e muoio dalla voglia di sentire il loro tocco..il loro profumo… E le saluto sempre da lontano quando torno la sera tardi!!!

Luisa


Abbraccio mio figlio e dopo tutti quanti.

Delia


Rientrare a Santa Chiara per poter riabbracciare la Mamma!🙂

Claudia


Abbraccerò i miei genitori e correrò dai miei figli che abitano lontano da me 

Patrizia


Abbracciare mia figlia, ma uscire con molto timore🤕

Carmen


Abbraccio mia figlia e mia nipote e poi tutti quanti.

Mariarosa


Proseguirò con la quarantena. Andrò solo a lavorare poi a casa.

Fabio


Andrò a pranzo dai miei e finalmente entrerò a casa, invece di passargli la spesa sullo zerbino e poi andrò a spasso col cagnone.

Lisa


Io vorrei andare al mare ad ascoltare le onde con il vento tra i capelli poi andare in un bel ristorantino sul mare e mangiare un buon pesce.

Raffaella


Andare a camminare scalza nei prati  vicina a casa.

Eleonora


Lavoro, devo tornare a lavorare.

Paola


La prima cosa che farò andare da mia mamma che non la vedo da 2 mesi.È di Castiglione D’Adda! prima era andata al mare ad Alassio poi è scoppiato il caos fatti rientrare ora è in casa da sola!

Ylena 


Correre a Santa Chiara a baciare ed abbracciare la mia mamma prego tanto.

Sandrina


In primis andrò al cimitero e poi faro’le stesse cose di prima.

Mariarosa


Farò una cosa che non mi è usuale… andrò al cimitero a salutare gli amici che ci hanno lasciato in questo drammatico periodo.


Voglio vedere i miei figli, i miei fratelli con nipoti e pronipoti ,poter andare in centro che mi manca,con mascherina e guanti.

Giovanna


Andrò immediatamente a s.Chiara a riabbracciare la mia mamma!!!! Tristezza,,? ce la faremo aspettami mi raccomando……

Sandrina


Recuperare lavoro e soldi.

Paola


Corro ad abbracciare i miei nipotini che fa gennaio non li vedo.

Antonella


Portare i bambini al parco.

Milena


Vado, cammino, mi godo la libertà.

Donatella


Farò le cose più semplici che prima di tutto questo non ho apprezzato.

Agostina


Corro ad abbracciare mio figlio che non vedo dai primi di gennaio lo abbraccerò così forte da fargli mancare il fiato e non lo lascerò più! Non è giusto che non sia potuto tornare a casa infondo ha solo 20 anni.

Claudia

Quando potremo uscire dai “domiciliari”

In fuga (con il pensiero) dalla soffocante reclusione delle mura domestiche, ognuno di noi sta immaginando cosa farà quando l’emergenza sarà finita e potremo uscire per strada, tra la gente, e ricominciare, o quando finalmente riacquisteremo almeno un po’ di normalità.

La prima cosa bella dopo il coronavirus

Isolati nelle nostre case, da soli o in famiglia, stiamo sperimentando limiti di noi stessi insospettati, nel bene e nel male. Stiamo riscoprendo valori perduti (del tempo anzitutto), ma ci mancano anche – ormai terribilmente – un sacco di altre cose, più o meno essenziali (dall’abbraccio con chi ci è caro al ritocco della ricrescita dal parrucchiere) o più meno superflue (ma per ciascuno di noi, nel loro piccolo vitali).

Scriveteci via email o su Messenger

Piano piano torneremo a lavorare negli uffici, nelle aziende, nei negozi, nei bari (si spera). Riprenderà (forse) la scuola. Ma quale sarà la primissima cosa che vi piacerebbe fare? La più solenne o la più “stupida”?

Raccontateci quello che avete immaginato, quello che vi siete ripromessi, quello che sperate di fare.

Potete mandare una email a redazione@primalodi.it
Oppure SCRIVETECI SU MESSENGER

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia