Tutti i dati

Incidenza contagi: Lodi sotto la soglia critica, la curva lombarda inizia a decrescere

La Lombardia spera nell'arancione.

Incidenza contagi: Lodi sotto la soglia critica, la curva lombarda inizia a decrescere
Cronaca Lodi, 06 Aprile 2021 ore 14:31

Nel corso della giornata di ieri, 5 aprile 2021, il numero di positivi in provincia di Lodi ogni 100mila abitanti si è assestato a 193, ben sotto la soglia di 250 richiesta per al zona rossa automatica.

Secondo i dati messi a disposizione dal dottor Paolo Spada, medico dell’ospedale Humanitas di Rozzano, al momento, l’incidenza lombarda degli ultimi 7 giorni di 241 positivi ogni 100mila abitanti porta la Regione a sperare nell'arancione.

Un primo segnale di decrescita

Con 193 positivi ogni 100mila abitanti, Lodi continua a rimanere una delle province lombarde con il più basso tasso di incidenza. Una situazione, quella lombarda, che punta tutto sul miglioramento in corso. Dando una più attenta occhiata alla curva lodigiana, si può constatare come  il dato dell’incidenza dei casi ogni 100mila abitanti stia progressivamente scendendo. Un benaugurante segnale che testimonia la discesa del trend nella curva dei contagi, frutto delle restrizioni adottate per contenere il Covid-19.

Questo l’andamento della nostra provincia negli ultimi 7 giorni:

  • 30 marz0: 196
  • 31 marzo: 211
  • 1 aprile: 199
  • 2 aprile: 199
  • 3 aprile: 199
  • 4 aprile: 194
  • 5 aprile: 193

Nella scheda sottostante, invece, si può visualizzare anche la media settimanale dei nuovi casi in provincia di Lodi:

Questo grafico rappresenta l’andamento di ogni Provincia negli ultimi 30 giorni.

  • In rosa: nuovi casi giornalieri
  • In rossa: la media settimanale dei nuovi casi
  • Linea blu: valore delle variazioni percentuali degli ultimi 7 giorni rispetto ai 7 precedenti (indice della tendenza attuale).

La speranza della Lombardia di tornare arancione

C'è qualche speranza che a partire da lunedì 12 aprile 2021 tutta la Lombardia passi in zona arancione. A dirlo sono i dati che verranno analizzati venerdì 9 aprile all’interno del consueto monitoraggio da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. A far ben sperare, sono in particolare due parametri: l’indice Rt, stabilmente sotto quota 1, e ora anche l’incidenza dei contagi per 100mila abitanti, che è già scesa sotto quota 250 in attesa dei dati di martedì, mercoledì e giovedì che andranno a comporre il dato definitivo.

Proprio il dato sull’incidenza per 100mila abitanti – da 250 scatta la zona rossa automatica – non aveva fatto scattare prima la zona arancione in Lombardia: nello scorso monitoraggio si è attestato a quota 269, ma nel prossimo sarà certamente migliore, a meno di clamorosi colpi di scena.

Gli altri dati

Un altro dato che sarà preso in considerazione è quello della pressione sulle strutture sanitarie e sulle terapie intensive, ma alcune regioni con pressioni superiori alla Lombardia (come le Marche) sono già state passate in zona arancione, motivo per il quale sembra plausibile ipotizzare un cambio di colore. Importante, tra i dati, anche il numero di vaccini somministrati, in cui la Lombardia è attualmente in buona posizione con l’88% delle dosi ricevute.

Negli auguri di buona Pasqua del Governatore lombardo Attilio Fontana, è arrivato un primo indizio riguardo il cambio di colore: «Vogliamo lasciare la zona rossa per sempre» ha detto il numero uno del Pirellone: venerdì l’esito del Monitoraggio, ma già da giovedì – probabilmente – più di qualche rumors sulla risposta definitiva.

LA MAPPA INTERATTIVA: