Cronaca
Rintracciati e denunciati

In tre contro uno per rubargli il cellulare e 5 euro: giovani malviventi in azione

Uno degli aggressori ha anche tirato un violento schiaffo alla vittima. 

In tre contro uno per rubargli il cellulare e 5 euro: giovani malviventi in azione
Cronaca Lodi, 17 Marzo 2022 ore 14:35

Uno degli aggressori ha anche tirato un violento schiaffo alla vittima.

L'allarme lanciato dalla vittima minorenne

Alle ore 15.10 di  venerdì 11 marzo 2022 un ragazzo ancora minorenne ha chiamato il 112 chiedendo aiuto alla polizia perché, pochi minuti prima, era stato vittima di una rapina messa in pratica da tre giovani sconosciuti i quali, dopo averlo avvicinato e accerchiato, gli avevano intimato di consegnare loro il telefono cellulare e denaro contante, consistente in poche monete, per un totale di euro 5.

Non solo rapinato, anche aggredito

In particolare uno dei tre soggetti, che si è poi scoperto essere anch'egli minore degli anni 18, aveva frugato nelle tasche dei pantaloni della vittima, estraendone dapprima il telefono cellulare e successivamente il poco denaro. Quando la giovane vittima aveva tentato di opporsi aveva ricevuto un violento schiaffo sul volto: la sua azione però aveva fatto sì che il rapinatore restituisse il telefono prima di allontanarsi spalleggiato dai complici.

Uno di questi, per essere più convincente, lo aveva minacciato rappresentandogli di essere in possesso di un coltello e simulandone la presenza in una tasca.

L'intervento della Questura

Dopo aver commesso il reato i tre malviventi si erano allontanati dal luogo del fatto: gli equipaggi di questa Questura in servizio di controllo del territorio, grazie anche alla tempestiva e precisa segnalazione della vittima, avevano subito rintracciato il ragazzo che aveva indicato la direzione di fuga dei tre delinquenti, individuati poi in prossimità di un sottopasso ferroviario.

L'azione coordinata dei due equipaggi intervenuti ha consentito di bloccare i malviventi proprio all'uscita del tunnel pedonale: essi, dopo aver realizzato della presenza della polizia, hanno tentato la fuga ma due di loro sono stati prontamente raggiunti mentre il terzo (una ragazza, anch'essa minorenne), è riuscita a far momentaneamente perdere le sue tracce: sarà rintracciata successivamente nascosta dietro ad un terrapieno in prossimità di un parco cittadino.

Arrestati i tre aggressori

Quest'ultima, dopo l'accompagnamento in Questura è stata denunciata in stato di libertà in concorso con i complici, che invece sono stati tratti in arresto: per i tre il reato contestato è la rapina aggravata e, per uno di loro, anche la resistenza a pubblico ufficiale.

Le due persone arrestate (già note alla polizia), uno maggiorenne ed uno come detto minorenne, sono state condotte presso la casa circondariale di Lodi e presso il CPA di Torino, a disposizione rispettivamente della Procura della Repubblica di Lodi e dell'omologo ufficio per i minorenni di Milano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter