Il servizio veterinario di Lodi è tra i migliori d'Italia, parola di Legambiente

In Lombardia premiati anche il Comune di Cologno Monzese (MI) e le ATS Montagna (Sondrio, Valtellina e Valcamonica).

Il servizio veterinario di Lodi è tra i migliori d'Italia, parola di Legambiente
Lodi, 13 Dicembre 2019 ore 17:06

Animali in città, Legambiente presenta il suo VIII rapporto nazionale. In Lombardia premiati il Comune di Cologno Monzese (MI) e le ATS Montagna (Sondrio, Valtellina e Valcamonica) e ATS Città Metropolitana (Milano e Lodi) per i servizi veterinari più efficienti. I dati sono disponibili su: legambienteanimalhelp.it/animalincitta/

Servizi veterinari di alto livello in Lombardia

La Lombardia si distingue per servizi veterinari di alto livello erogati dalle aziende sanitarie territoriali, mentre i comuni potrebbero fare di più per la gestione degli animali che vivono in città. È quanto emerge dall’ottava edizione di “Animali in città”, rapporto annuale di Legambiente sull’efficienza delle prestazioni rivolte agli animali d’affezione. Il dossier è stato presentato questa mattina a Napoli. L’appuntamento si è concluso con la cerimonia di premiazione delle Aziende sanitarie e dei Comuni amici degli animali 2019.

Gli elementi valutati

Il rapporto viene stilato sulla base dati ricevuti da 1.162 Comuni italiani, circa il 15% delle amministrazioni italiane e da 45 aziende sanitarie, equivalenti al 39,5% del totale nazionale, attraverso la compilazione di dettagliati questionari, le cui risposte sono poi suddivise in macro aree. Tra i comuni lombardi è stato premiato Cologno Monzese (MI) per il miglior risultato nella valutazione dei 6 indicatori relativi al quadro dei controlli, tra tutti i comuni italiani che hanno fornito dati:

  1. l’applicazione di norme, regolamenti e ordinanze sindacali e le risultanze delle attività svolte;
  2. la dotazione della strumentazione minima (lettori microchip) assegnati al personale dipendente;
  3. la conoscenza aggiornata delle informazioni relative all’anagrafe canina;
  4. l’adeguatezza delle informazioni relative all’anagrafe felina;
  5. le informazioni su presenza, nel territorio di competenza, di strutture dedicate agli animali da compagnia;
  6. la partecipazione al Tavolo per il contrasto delle esche avvelenate presso la Prefettura.

ATS città metropolitanta (Milano - Lodi) migliore grande Azienda

Per quanto riguarda le aziende sanitarie territoriali, a ricevere il riconoscimento di Legambiente sono state l’ATS Montagna (Sondrio, Valtellina, Valcamonica), quale primo miglior risultato nella valutazione dei 6 indicatori relativi al quadro dei controlli, tra tutte le 45 aziende sanitarie che hanno fornito dati e il miglior risultato nella valutazione complessiva delle performance tra tutte le medio-piccole Aziende, tra 200 e 500mila abitanti, che hanno risposto ai questionari; l’ATS Città Metropolitana (Milano e Lodi), quale primo miglior risultato nella valutazione complessiva delle performance tra tutte le grandi Aziende, oltre 1milione di abitanti, che hanno fornito dati.

Gli animali sono una risorsa preziosa per i cittadini

«Pur in presenza di dati parziali per la mancanza di risposte da parte di tutti Comuni e ASL, le principali differenze tra città e paesi riguardano la “vivibilità” percepita dai cittadini– spiega Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia –. Nelle metropoli e nelle grandi città parliamo di diffusione e prossimità di spazi dedicati, come le aree cani attrezzate, di un’offerta di trasporto pubblico adeguata e della possibilità di accesso ai luoghi pubblici. In questo gruppo, per esempio, il Comune di Milano, offre un elevato numero di aree dedicate, sono 374 e un’ampia offerta di trasporto pubblico. Gli animali in città sono una risorsa preziosa per la serenità dei cittadini, come dimostrano gli elevati numeri di gatti e cani iscritti alle anagrafi feline e canine. Svolgono un ruolo sociale importante per le famiglie, soprattutto per anziani e persone sole, pertanto va tutelato il diritto al benessere e rispettate le loro esigenze, garantendo loro servizi sanitari all’altezza e ai padroni di essere messi in condizioni ottimali per vivere la città con i propri amici a quattro zampe».

TORNA ALLA HOME

 

Seguici sui nostri canali