la celebrazione

Il ricordo dei Carabinieri di Lodi della “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma FOTO

Deposta anche una corona per ricordare tutti i defunti in tempo di pace e di guerra.

Il ricordo dei Carabinieri di Lodi della “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma FOTO
Lodi, 22 Novembre 2020 ore 09:03

I Carabinieri del Comando Provinciale di Lodi nella giornata di ieri, 21 novembre 2020, hanno celebrato  la “Virgo Fidelis”, appellativo con la quale la Vergine Maria nel 1949 venne promulgata, da Papa Pio XII, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

Il ricordo della “Virgo Fidelis” patrona dell’Arma

Nel rispetto delle misure connesse al contenimento della pandemia, la cerimonia liturgica, officiata
dal cappellano militare, frate Cesare Bedognè, si è celebrata all’interno della caserma sede del Comando Provinciale di Lodi.
La cerimonia, presenti il Comandante Provinciale di Lodi, Colonnello Massimo Margini, alcuni Carabinieri in rappresentanza dei reparti della sede, nonché il presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Lodi con il Labaro, ha rappresentato un momento di riflessione e preghiera in cui, immaginariamente, tutti i carabinieri si sono stretti attorno alla loro protettrice.

Militarità e religiosità

Al termine della cerimonia, il Colonnello Margini si è soffermato sul significato della ricorrenza che riunisce i valori di militarità e religiosità, ricordando la commemorazione del 79° Anniversario della Battaglia di Culqualber, episodio di eroica resistenza di un Battaglione Carabinieri mobilitato in terra d’Africa durante la seconda guerra mondiale e per le cui gesta venne conferita la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Bandiera dell’Arma.
Poco prima della funzione liturgica, i morti della battaglia di Culqualber e tutti i caduti dell’Arma, sia in tempo di pace che in guerra, sono stati ricordati con la deposizione di una corona.

3 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE:

Covid, dati 21 novembre 2020 | +8.853 positivi in Lombardia | Lodi +77

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia