Il Gigante assorbirà anche Lillypets? In bilico le sorti dei dipendenti

Durante l'accordo assunto lunedì scorso non si è parlato del negozio per animali.

Il Gigante assorbirà anche Lillypets? In bilico le sorti dei dipendenti
Lodi, 19 Settembre 2019 ore 11:49

E' di pochi giorni fa la notizia che il supermercato marcato "Il Gigante" ha rilevato l'ex Superdì, dando così lavoro ai 26 dipendenti lodigiani che vi lavorano. Non sono stati però altrettanto fortunati i dipendenti di LillyPets di viale Milano, lo stabile a fianco del supermercato rilevato.

La speranza dei dipendenti di Lillypets

La speranza dei dipendenti di Lillypets, negozio dedicato ai prodotti per animali che ha aperto nel 2014 nell'immobile di viale Milano, è che il Gigante rilevi anche il loro marchio rilanciando con quello di "Animali che passione", come già successo a Bellinzago e Somma Campagna.

Secondo quanto dichiarato dagli stessi dipendenti di LillyPets, infatti, con questo marchio sono rimasti solo loro e Novi Ligure. Senago (MI) ha chiuso ma Il Gigante, col gruppo della grande distribuzione Selex, ha rilevato il personale per riaprire col marchio “Animali che passione”.

La speranza è quindi quella che la stessa azione si ripeta anche a Lodi: è già tutto pronto per ripartire il prima possibile. Il negozio per animali ha continuato a lavorare per tutto il periodo di chiusura del Superdì, con risultati più che soddisfacenti, senza risentire troppo della chiusura del supermercato: il calo del guadagno è iniziato quando è calato il rifornimento fornito al negozio, fino al punto di (momentanea, si spera) chiusura. I cittadini lodigiani, tra l'altro, hanno segnalato in molti la speranza che il negozio di animali riapra con gli stessi gentili dipendenti.

Ma il gigante non ha nessun obbligo nei confronti di LillyPets

In seguito all'incontro di lunedì a Roma, dove è stato siglato l'accordo tra l'ex Superdì e la società rialto Spa proprietaria de Il Gigante, il segretario di Fisascat Cisl Pavia-Lodi Gildo Comerci, ha spiegato che non è stata fatta alcuna menzione al negozio di animali e ai suoi dipendenti. Il Gigante infatti non ha detto nulla riguardo al destino degli immobili rilevati insieme a quello del Superdì e non ha alcun obbligo nei confronti dei dipendenti che lì vi lavorano.

Comerci ha dichiarato che comunque come Fisascat Cisl sono interessati ai due dipendenti della Lillypets e alle loro sorti lavorative che, per ora, rimangono in bilico in un apparente oblio.

(Nella foto di copertina, alcune clienti a quattro zampe del Lillypets)

LEGGI ANCHE: Dal “Superdì” al “Gigante”: salvati così i 36 dipendenti lodigiani

TORNA ALLA HOME

Seguici sui nostri canali