I carabinieri incontrano i ragazzi del bus: “Coraggio straordinario, senza di voi non saremmo riusciti a salvarvi” FOTO

Lacrime e abbracci tra i militari e i ragazzini scampati alla strage.

I carabinieri incontrano i ragazzi del bus: “Coraggio straordinario, senza di voi non saremmo riusciti a salvarvi” FOTO
25 Marzo 2019 ore 12:23

“Ragazzi come voi, in tutta la loro vita non dovrebbero mai misurarsi con situazioni come quelle che avete affrontato. Ma avete mostrato un coraggio straordinario: senza di voi non saremmo riusciti a portare a termine questa impresa”. Così il comandante provinciale dei carabinieri di Milano Luca De Marchis  ha salutato i 51 ragazzi del bus di Crema preso in ostaggio mercoledì della scorsa settimana.

L’incontro in aula magna

Questa mattina i 51 ragazzi della classe 2A delle medie Vailati hanno incontrato i militari che hanno sventato l’incredibile, assurdo piano stragista del dirottatore Ousseynou Sy. Pochi minuti fatti perlopiù di sguardi e di abbracci: i discorsi sono stati brevi e in pochi minuti la preside Maria Cristina Rabbaglio ha fatto rientrare i ragazzi in classe, non prima che i militari consegnassero a ciascuno uno zainetto e un cappellino dell’Arma, a dimostrazione dello straordinario coraggio dimostrato durante il sequestro.  All’evento ha partecipato anche la prima cittadina di Crema Stefania Bonaldi

L’abbraccio tra piccoli e grandi eroi

Dopo l’incontro nella caserma di San Donato settimana scorsa, dopo la visita a scuola venerdì,  del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, e l’intervista di ieri sera su Raitre, nel salotto di Che tempo che fa, ai due ragazzi “simbolo” del dramma di Crema, Ramy e Adam, quella di stamani è l’ennesima testimonianza di vicinanza e affetto nei confronti della classe delle medie Vailati.

La carezza della bidella Tiziana Magarini

Tra i momenti più intensi anche il saluto commosso della bidella Tiziana Magarini (QUI la sua testimonianza), sul bus con i ragazzi, all’appuntato scelto Simone Zerbilli. Il carabiniere, di stanza a Segrate, è stato tra i primi a fermare l’attentatore evitando la strage. Su change.org è già partita una campagna per chiedere al sindaco della di conferirgli l’Ape d’oro, massima onorificenza civica della città alle porte di Milano.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia